Trend

Bufera su Chiara Ferragni che prende l'elicottero per andare a fare aperitivo su un ghiacciaio svizzero

@Asia Buconi|

chiara ferragni

Una pioggia di polemiche social è tornata a trovolgere Chiara Ferragni. Questa volta a scatenare il polverone sono state alcune foto pubblicate dall’influncer dei record che la ritraggono mentre fa un aperitivo su un ghiacciaio in Svizzera, dove è arrivata assieme all’amica e star di Instagram Chiara Biasi e all’imprenditore Filippo Fiora. Nel mirino delle polemiche, l’atteggiamento poco sostenibile e attento all’ambiente di Chiara Ferragni, criticata da molti utenti sia per il mezzo di trasporto utilizzato sia per la scelta della suggestiva location.

Chiara Ferragni nel mirino delle polemiche per l’aperitivo sul ghiacciaio svizzero raggiunto in elicottero

Chiara Ferragni ha trascorso il primo weekend di settembre con l’amica Chiara Biasi e con l’imprenditore Filippo Fiora, che ha organizzato una gita fuori porta in un ghiacciaio in Svizzera per consumare un particolare e suggestivo aperitivo ad alta quota tra chiacchiere, tavola imbandita e Champagne, ovviamente immortalato e condiviso dai tre sui loro profili Instagram. La location è stata raggiunta a bordo di ben due elicotteri privati e la questione ha presto infiammato gli utenti social, che non hanno risparmiato aspre critiche.

A indignare è stato ovviamente il mezzo utilizzato, l’elicottero, di certo non una scelta sostenibile visto l’alto tasso di inquinamento che produce e vista pure la brevità del tragitto Italia-Svizzera. La cornice scelta, poi, ha fatto il resto: il ghiacciaio è un ambiente sempre più a rischio per via del riscaldamento globale e necessita di un’attenzione sempre maggiore, non di certo di soste in elicottero con rilascio di scarichi inquinanti per improbabili aperitivi. La polemica, ovviamente, si è abbattuta pure su Chiara Biasi, ma al momento nessuna delle due influncer ha replicato.

Sulla questione è intervenuta anche la pagina “Jet dei ricchi”, che da sempre denuncia sui social le pratiche poco sostenibili dei “ricconi” (da Gianluca Vacchi a Elisabetta Franchi, fino ai Ferragnez) quando si tratta di aerei ed elicotteri. L’account segue i percorsi dei jet utilizzati dagli uomini e dalle donne più abbienti d’Italia e, attraverso strumenti Open Data, ne calcola le emissioni di Co2. Questo perché aerei ed elicotteri sono importanti fonti d’inquinamento dell’aria e, pur rappresentando solo una piccola percentuale delle emissioni totali di gas serra derivanti da tutte le attività umane, rimangono classificati come fonte principale d’inquinamento atmosferico locale attorno agli aeroporti e alle aree urbane.