Opinioni

Campagna Elettorale – La Serie – Episodio Ventitré

campagna elettorale - la serie

Grazie al sapiente utilizzo delle intercettazioni ambientali e alla telepatia, Next Quotidiano è riuscito a entrare in possesso di discorsi e dialoghi captati nelle sedi dei principali partiti e movimenti politici italiani. Ve ne proporremo uno al giorno, per tutto il periodo della campagna elettorale, come contributo alla verità e per dare modo ai lettori di farsi un’opinione informata sulle persone e sulle idee che andremo a votare.

Lilli Gruber: Oggi abbiamo con noi l’esponente di spicco del Partito Democratico, Matteo Orfini, presidente del partito.
Orfini: Buonasera.
Lilli Gruber: Con lui vogliamo discutere dello stato di scoramento, per non dire di aperta crisi, che si registra in questo momento… Prima di tutto, lei riconosce che esiste questo stato di crisi?
Orfini: Non mi pare utile negare una tale evidenza.
Lilli Gruber: E che le prospettive per domenica prossima sono, come dire, preoccupanti?
Orfini: Purtroppo sì. Purtruppo “preoccupante” è un termine che descrive bene questa situazione.
Lilli Gruber: E cosa pensate di fare?
Orfini: Questo non dipende da me.
Lilli Gruber: [sorpresa] Ah no?
Orfini: …O dal Partito Democratico.
Lilli Gruber: [indignata] E da chi dipenderebbe?
Orfini: Da Di Francesco, in primis. Ma dalla squadra in generale, che – mi pare – non si sta esprimendo ai propri livelli…
Lilli Gruber: Ah, lei è venuto qui a parlarci di calcio. Beh, da un esponente politico importante mi sarei aspettato un’analisi della società, non so.
Orfini: Ha ragione. La società ha le sue colpe. Non voglio parlare di american straccions, ma di certo la lontananza di Pallotta è un dato di fatto. Si sono fatti errori anche in sede di mercato…
Cacciari [collegato dall’iperuranio]: Posso intervenire?
Lilli Gruber: Prego, professore.
Cacciari: Il problema è prima di tutto mentale. C’è un dogmatismo del tutto fuori luogo… Quest’insistenza testarda su un 4-3-3 per cui evidentemente mancano gli interpreti adatti, l’incapacità di leggere la partita in corso, il semplicismo con cui si mandano in campo attaccanti su attaccanti aspettandosi che ciò crei ipso facto azioni da gol…
Orfini: Il professor Cacciari si conferma una mente lucida e una coscienza critica della nostra società.
Lilli Gruber: Quale società?
Orfini: L’As Roma*.
Lilli Gruber: E le elezioni?
Orfini: Ne parleremo dopo Napoli-Roma. Se avremo ancora voglia di parlare.

*Orfini in realtà tifa Milan. Ma questa, appunto, è fiction.

 

— lo diciamo ai meno svegli che potrebbero equivocare: questo post è satira, la telepatia è una capacità ipotetica, non abbiamo apparecchi per le intercettazioni —

Leggi gli altri episodi di Campagna Elettorale – La Serie