Cultura e scienze

La bufala dell'UFO «in visita» all'ISS

Alcuni spettatori sono sicuri di aver visto un UFO durante la trasmissione NASA di una camminata dello spazio di due astronauti della Stazione Spaziale Internazionale. Il 7 ottobre Reid Wiserman e Alexander Gerst erano intenti a svolgere alcune riparazioni all’esterno della ISS quando all’improvviso sullo sfondo  è apparso “un oggetto” che in molti non hanno avuto esitazione a identificare come UFO.
 
LA MISSIONE
Il nome della missione che ha visto impegnati Wisernan e Gerst era EVA-27, lo scopo era quello di svolgere alcune riparazioni all’esterno della Stazione Spaziale, durante le sei ore e 13 minuti di permanenza all’esterno i due astronauti hanno sostituito alcune componenti danneggiate le cui riparazioni non erano state possibili durante le precedenti passeggiate spaziali. L’operazione principale è stata la sostituzione di una pompa del sistema di raffredamento che era in avaria e la sostituzione di una lampada di una delle telecamere esterne. Durante una fase della missione ad un certo punto si vede qualcosa in lontananza sullo sfondo. Gli appassionati di UFO si sono detti subito sicuro che quella cosa che appare e scompare si stesse in realtà avvicinando alla Stazione Spaziale e che quindi fosse un UFO in visita all’ISS. La prova, per gli ufologi, è proprio nel fatto che l’oggetto prima appare sfocato, poi nell’inquadratura successiva sembra essersi avvicinato. Naturalmente il fatto che la NASA non abbia detto nulla a riguardo non fa che avvalorare le tesi dei cacciatori di UFO e dei soliti complottisti che credono che l’Agenzia spaziale americana sia a conoscenza dell’esistenza dei visitatori alieni.
 
BUFALA?
Come detto EVA-27 ha avuto una durata di 6 ore, il presunto UFO appare per meno di 3 secondi. Quindi ci sarebbero delle creature aliene che viaggiano per tutto lo spazio ma sono troppo timide per farsi vedere più di 3 secondi, tra l’altro senza nemmeno farsi vedere bene. Ecco lo spezzone di video incriminato, l’avete visto l’UFO?

Mettiamo in pausa, eccolo lì

OMG UN UFO!11
OMG UN UFO!11

 
La spiegazione più probabile? Un lens flare, un riflesso sulla telecamera. Per chi avesse la pazienza di guardarsi anche solo una mezz’ora di tutta la trasmissione (la si trova per interno su YouTube suddivisa in quattro parti, questa la prima) potrà notare come spesso le immagini siano disturbate, poco nitide e che generalmente i lens flare abbondano.
Speriamo gli alieni non abbiano l'Ebola o altre brutte malattie
Speriamo gli alieni non abbiano l’Ebola o altre brutte malattie

 
Se state cercando una prova definitiva dell’esistenza degli UFO, non è questo il caso
Lens flare durante EVA-27 (fonte: YouTube.com)
Lens flare durante EVA-27 (fonte: YouTube.com)