Trend

Bill Gates a Che tempo che fa: ecco cos’ha detto | VIDEO

Dopo Barack Obama, a Fabio Fazio riesce un altro grande colpaccio: l’intervista al fondatore di Microsoft. Che, in collegamento da Seattle, ha parlato di tutto, dalla pandemia al clima, dai libri ai vaccini. E sulle tasse ai super-ricchi ha detto…

Ieri sera Fabio Fazio ha portato a casa un altro colpaccio: dopo Barack Obama, due settimane fa, a “Che tempo che fa” è stato il turno di Bill Gates. Il fondatore di Microsoft e della “Bill & Melinda Gates Foundation”, presentando in esclusiva in Italia il suo ultimo libro, ha parlato di tutto, spaziando dalla pandemia al clima, dalle tasse ai super-ricchi ai vaccini (con un inevitabile frecciata a No-vax e negazionisti del clima), senza dimenticare le sue tre grandi passioni: computer, libri e tennis, in rigoroso ordine di preferenza.

Uno dei momenti più intensi è stato il racconto del suo impegno umanitario con la fondazione che gestisce con la moglie Melinda, attraverso la quale ha investito in beneficenza (è il termine corretto) la bellezza di 50 miliardi di dollari in 20 anni. Non esiste nessun altro essere umano, presente, passato (e futuro?) che abbia mai speso tanto per aiutare altri esseri umani, in particolare i bambini dell’Africa. Come lo ha raccontato lui stesso:

“Ho imparato moltissimo quando lavoravo alla Microsoft. Ho adattato ciò che ho imparato lì quando ho iniziato a lavorare per la mia fondazione. Una cosa importante che abbiamo fatto è per esempio cercare di assicurare la sopravvivenza dei bimbi” ha rivelato. “Quando abbiamo iniziato c’erano più di 10 milioni di bambini di meno di 5 anni che morivano ogni anno. Adesso, grazie al nostro lavoro ed al lavoro dei nostri partner, sono meno di 5 milioni i bambini che muoiono.”

Impossibile poi non parlare della politica, con riferimento alle ultime elezioni americane e al neo Presidente Joe Biden.

“Biden l’ho incontrato quando era Senatore, poi anche quando è stato vice-presidente. Gli ho parlato molto spesso, anche prima delle elezioni, anche parecchie volte da quando è stato eletto, sono assolutamente entusiasta delle cose che ha fatto, comprese le precedenze che ha dato al clima.”

E poi un tuffo nel passato, a quando tutto è iniziato:

“L’idea di avere un computer su ogni scrivania sembrava assolutamente da pazzi per la maggior parte della gente che era dentro questo settore, ma a me rendeva entusiasta. Eravamo un gruppetto di ragazzini che han fatto una rivoluzione”.

Infine le sue grandi passioni:

“Mi piace leggere, quindi vado nella mia biblioteca. È una bella biblioteca, dove c’è il Codice Da Vinci tra le altre cose che ho, sono fortunato: ho dei libri bellissimi. Altre volte invece lavoro sul computer. A me serve per stare in contatto con gli amici e lavoro con il computer. Per uno curioso come me ci sono un sacco di informazioni che posso sapere e posso imparare. Poi sceglierò la mia racchetta da tennis” ha concluso Gates.