Fatti

Biden cancella le limitazioni alle cure per gay e trans volute da Trump

Un nuovo tassello della Casa Bianca per cancellare quell’approccio discriminatorio voluto dall’ex Presidente

Biden

Un passo avanti dopo il passo indietro fortemente voluto da Donald Trump. Joe Biden ha annunciato che sarà reinserita quella norma – cancellata dall’Obamacare dal suo predecessore – che, di fatto, impediva la discriminazione nei confronti le persone omosessuali e trans a livello sanitario. Non ci sarà – come già accadeva in passato, prima della parentesi trumpiana – più alcuna limitazione basata sull’orientamento sessuale di un cittadino.

Biden cancella le limitazioni alle cure per gay e trans volute da Trump

“La paura di essere discriminati – aveva spiegato il segretario della Sanità Xavier Becerra – può portare le persone a non curarsi, con gravi conseguenze per la loro salute”. Un timore giustificato vista la norma in vigore fortemente voluta da Donald Trump e dalla sua amministrazione. Il tycoon statunitense, infatti, durante il suo mandato aveva fatto rimuovere dall’Obamacare quella norma che consentita il libero accesso alle prestazioni sanitarie a tutti i cittadini. Ora, con la mossa di Biden, tornerà a essere attivo quel passaggio della legge che vietava a chi lavora nel settore sanitario di rifiutarsi di dare assistenza a persone transgender o gay.

Trump, con quella mossa, ottenne notevole consenso all’interno del suo elettorato. Ma, come evidente – nonostante il sistema sanitario statunitense sia differente rispetto a quello italiano – quella decisione emanava discriminazione da tutti i pori. Adesso l’amministrazione Biden torna alle origini, reintroducendo quel diritto sacrosanto e imponendo il diritto alle cure per tutti i cittadini, senza alcun riferimento al proprio orientamento sessuale. E, come fanno sapere dalla Casa Bianca, questo sarà solamente uno dei primi passi per reintrodurre un concetto democratico e non discriminatorio. In futuro, infatti, potrebbero essere emanate alcune norme proprio a tutela delle persone discriminate in base al proprio orientamento sessuale. Una boccata d’ossigeno dopo anni di muri, fisici ed ideologici, fortemente voluti e sostenuti dal precedente inquilino della Casa Bianca.

(foto IPP/Capital Pictures)