Opinioni

Beppe Grillo e le cavallette

Sebastiano Messina su Repubblica di oggi commenta le frasi di Beppe Grillo riguardo la possibilità che il MoVimento 5 Stelle vinca a Roma e gli “effetti collaterali pesanti” che ha promesso il capo dei pentastellati:

Mi sembrava di averla già vista, la scena di Beppe Grillo che inaugura la sua campagna elettorale per il Campidoglio avvertendo i romani che se vincessero i pentastellati molte sventure si abbatterebbero sulla città eterna. «Ci saranno effetti collaterali pesanti», «avremo scioperi», «persone che perderanno il lavoro». Mentre mi domandavo cosa lo spingesse a una mossa così autolesionista, mi è tornata in mente la scena che ricordavo. È quella di John Belushi (“The Blues Brothers”) che spiega alla fidanzata abbandonata sull’altare che lui voleva venire, «ma sono rimasto senza benzina, c’era il funerale di mia madre, c’è stato un terremoto, una tremenda inondazione, le cavallette!». E mi viene il dubbio che la voglia che ha Grillo di governare davvero Roma sia pari a quella che aveva Belushi di andare al suo matrimonio.

La scena del film Blues Brothers che cita Messina è questa: