Fatti

E Salvini paga la multa per non aver messo la mascherina

Matteo Salvini e Nicola Molteni hanno saldato ieri il conto con il comando di polizia municipale di Benevento per non aver indossato la mascherina

salvini benevento curva sud
Matteo Salvini e Nicola Molteni hanno saldato ieri il conto con il comando di polizia municipale di Benevento per non aver indossato la mascherina. In tour per le elezioni amministrative del settembre scorso, il 25 agosto furono immortalati da foto e video circolati sui social e sulle emittenti televisive locali in piena violazione delle norme anti Covid. Un comportamento che fu notato e stigmatizzato dal sindaco di Benevento Clemente Mastella, che chiese una verifica immediata alla polizia locale e di applicare, se ce ne fossero state le condizioni, le sanzioni previste. Detto fatto e i due senatori della Lega furono raggiunti dalla notifica della sanzione per 289,50 euro. A due mesi di distanza, allo scadere dei termini e’ arrivato il pagamento della sanzione.

E Salvini paga la multa per non aver messo la mascherina

All’epoca Mastella aveva spiegato: “Ho dato incarico ai vigili urbani di fare una relazione sulla mascherina mancata di Matteo Salvini e degli altri e se, come emerge dalle immagini, si dimostra il mancato rispetto delle regole, sarà sanzionato”, ha detto il primo cittadino riferendosi alla manifestazione in via Traiano del leader della Lega. “Peraltro non ho autorizzato quella manifestazione che non si è svolta nel bar, ma all’esterno, tant’è che c’erano contestatori. Andava chiesta l’autorizzazione al sindaco, cosa che non è stata fatta”. Mastella ha accusato Salvini anche di scorrettezza nei confronti di altre forze politiche, “perché abbiamo deciso di individuare delle zone da dedicare alle manifestazioni e abbiamo chiesto agli altri di aspettare le nostre decisioni”. Salvini aveva fatto arrabbiare anche i tifosi del Benevento per essersi fatto fotografare con la maglietta della squadra di calcio della città neopromossa in serie A: “La Curva Sud condanna ed esprime tutto il proprio dissenso nei confronti del turpe gesto che ha visto consegnare a Matteo Salvini la maglia del Benevento Calcio. Per noi non si tratta di un semplice pezzo di stoffa, ma il fulcro cardine della nostra passione che non può essere strumentalizzata per deliranti campagne elettorali. La nostra non è una presa di posizione politica: è un mondo dal quale siamo stati sempre alla larga”.