Trend

Il brutto video della fidanzata di Manuel Bortuzzo che deride la disabilità

@neXt quotidiano|

Angelica Benevieri, attuale fidanzata di Manuel Bortuzzo, è stata criticata per aver deriso le persone disabili in un video pubblicato su TikTok. Il video non è recente ma è diventato virale sui social dopo essere stato rilanciato da alcuni utenti e mostra la ragazza che, entrata in un bagno, si accorge in un secondo momento di essere entrata in un quello riservato alle persone disabili e uscendo imita quindi una persona con disabilità motoria. Il video ha attirato le critiche di molti che lo hanno definito di cattivo gusto e irrispettoso. Manuel Bortuzzo è un ex nuotatore rimasto paralizzato dopo essere stato colpito alla schiena durante una sparatoria. Alcune fonti riportano che il video di Benevieri sarebbe stato rimosso ma è ancora possibile trovarlo online dal momento che alcuni utenti lo hanno registrato. Angelica Benevieri non ha postato alcun messaggio di scuse pubblico, anche se sui social circolano screen di un presunto messaggio privato in cui Benevieri si giustifica dicendo che all’epoca del video era piccola e che inoltre ha uno zio disabile che dice di amare e rispettare. Sul suo profilo TikTok, in effetti, compaiono alcuni video insieme allo zio ma proprio in questi giorni si discute di quanto sia lecito o meno esporre una persona disabile sui social senza il suo consenso.

Abilismo sui social, il caso del video di Angelica Benevieri

I social – soprattutto TikTok – sono un luogo virtuale dove è possibile anche portare contenuti leggeri e scanzonati per entrare in contatto con altre persone che allo stesso modo pubblicano o fruiscono di tali contenuti. Si tratta di una forma di intrattenimento che non dovrebbe – teoricamente – danneggiare nessuno, ma a volte non è affatto così. Sui social è molto facile trovarsi davanti dei contenuti offensivi e irrispettosi forse dovuti al fatto che si posta senza pensare alle conseguenze che un gesto simile può avere sulla sensibilità degli altri utenti dei social. L’idea alla base di questo comportamento forse è che si pensa di poter scherzare su tutto, ma altri potrebbero pensarla diversamente e le critiche rivolte a Benevieri lo dimostrano.