Fatti

Il goal del portiere che ha regalato il primo punto al Benevento contro il Milan

alberto brignoli

Il primo punto del Benevento in serie A dopo l’impressionante serie di sconfitte all’esordio arriva dopo un goal del portiere Alberto Brignoli in pieno recupero. Sarebbe epica già così, ma va ulteriormente precisato che il goal è arrivato contro il Milan che aveva appena cambiato l’allenatore e in panchina esordiva Rino Gattuso, che l’avrà sicuramente presa benissimo.

Il goal del portiere che ha regalato il primo punto al Benevento contro il Milan

Nessuno vuole rigirare il coltello nella piaga segnalando che l’esultanza di Alberto Brignoli ha ricordato un po’ quelle a cui ci aveva abituati l’aeroplanino Vincenzo Montella. I rossoneri, che hanno chiuso in inferiorità numerica per l’espulsione di Romagnoli al 30′ della ripresa, erano andati in vantaggio con Bonaventura al 38′ del primo tempo. Momentaneo pareggio dei padroni di casa, al 5′ della ripresa con Puscas, nuovo vantaggio dei rossoneri siglato da Kalinic al 12′ del secondo tempo. E al 50′, in pieno recupero, è arrivata la rete del portiere del Benevento per il 2-2 finale.


A San Siro, dove i tifosi dell’Inter attendevano l’inizio della partita dei nerazzurri contro il Chievo, il pareggio di Alberto Brignoli è stato salutato con un boato. Il cartellino di Brignoli, classe 1991, è di proprietà della Juventus. Ha giocato soprattutto con Ternana e Perugia, è titolare con il Benevento dall’ottava giornata. La rete ad alcuni fa venire in mente una citazione cinematografica: la scena di Tre uomini e una gamba di Aldo, Giovanni e Giacomo.


“Dalla panchina sentivo ‘sali sali’: eravamo sotto 2-1 non c’era più nulla da perdere: ho chiuso gli occhi e sono andato a saltare. Ho fatto un tuffo da portiere non da attaccante”, ha detto Alberto Brignoli a Sky dopo la partita: “Sono felice, ma non per me me, per tutti: ne abbiamo perse tante al 90′ in maniera immeritata, per una volta è toccata a noi, dopo tre mesi di sacrifici di tutti”. Molto sportivamente, alla fine ai microfoni si è presentato anche Gattuso: “Fa male, era meglio una coltellata di questo gol. È stata una beffa, non mi sarei mai aspettato di subirlo al 94′, dal portiere avversario”. E poi: “Devo solo ringraziare i ragazzi per come hanno lavorato durante la settimana. In questo momento bisogna capire cosa è successo. Ho visto che erano molto abbattuti. Siamo il Milan e dobbiamo fare di più perché così non basta”.
Foto copertina da Twitter