Trend

L’insostenibile ipocrisia di Mario Adinolfi che critica Totti e Blasi per il divorzio, ma si è risposato

@neXt quotidiano|

adinolfi divorzio

In queste ore, Mario Adinolfi, fondatore del partito Il popolo della famiglia, sta pubblicando una serie di tweet in cui sostiene che il matrimonio debba essere «per la vita» e che al fine di tutelarlo sarebbe necessario vietare il divorzio.

Adinolfi sostiene la necessità di vietare il divorzio

La discussione riguardante il divorzio prende le mosse dall’intervista a Francesco Totti pubblicata oggi sul Corriere della Sera e in cui l’ ex calciatore rilascia delle dichiarazioni – alcune hanno suscitato delle critiche – riguardo alla propria vita privata, in particolare sulla separazione dall’ex moglie Ilary Blasi. In un tweet Adinolfi scrive: «Sempre più convinto che il divorzio apra allo schifo». In un altro: «Il divorzio è l’inferno, va vietato, così prima di sposarsi ci si pensa bene». Alcuni utenti hanno criticato le posizioni di Adinolfi perché appaiono incoerenti con la sua vita privata. Un utente infatti, basandosi su informazioni reperite su Wikipedia, fa notare che lo stesso Adinolfi è divorziato: «Si è sposato all’età di 20 anni con Elena Banzi. Divorziò dieci anni dopo».

Subito dopo è arrivata la risposta di Adinolfi: «Mi divertono, ogni volta che scrivo una frase contro il divorzio, i cani di Pavlov scrivere che io sono divorziato. Deve essere proprio stupido chi non capisce che il più convincente denigratore della droga è l’ex tossico. Il matrimonio va rafforzato, non indebolito. Totti docet».