Attualità

Un gestore della discoteca Sottovento di Porto Cervo ricoverato per COVID-19

Ricoverato da ieri nel reparto Malattie infettive dell’Aou di Sassari dopo essere risultato positivo al Covid-19. L’uomo accusa i sintomi della malattia, è sotto osservazione dei vari specialisti ed è sottoposto ad alti flussi di ossigeno

sottovento covid

Un gestore del Sottovento di Porto Cervo – una delle discoteche più frequentate della Costa Smeralda – è ricoverato da ieri nel reparto Malattie infettive dell’Aou di Sassari dopo essere risultato positivo al Covid-19. L’agenzia di stampa ANSA scrive che l’uomo accusa i sintomi della malattia, è sotto osservazione dei vari specialisti ed è sottoposto ad alti flussi di ossigeno.

Un gestore della discoteca Sottovento di Porto Cervo ricoverato per COVID-19

Ieri lo staff dello storico locale di Porto Cervo ha annunciato la chiusura in via precauzionale, proprio a causa di un caso di COVID-19 nel personale. Il locale era rimasto aperto – dopo l’ordinanza di chiusura delle discoteche – in quanto svolge anche il servizio di ristorante e pianobar e negli ultimi giorni sono passati al Sottovento star del calcio e dello spettacolo come Zlatan Ibrahimovic, l’allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic (anche lui positivo al coronavirus), Diletta Leotta e Paolo Bonolis.

“Abbiamo fatto tutte quello che era nelle nostre possibilità per rispettare la legge, convertendo in ristorante il club più longevo di Porto Cervo e picchettando le spalle ogni sera per far indossare le mascherine col rischio di diventare quasi noiosi – aveva scritto nel comunicato uno dei gestori del locale – . È stata un’estate difficile durante la quale rincorrere i continui cambiamenti delle regole è costato sacrifici spesso difficili da percepire dall’esterno. Crediamo di aver fatto il massimo, purtroppo non ci sono le condizioni per andare avanti garantendo la salute di tutti”. Intanto ci sono altri 52 casi di positività alla Covid-19 tra il personale del Billionaire, il locale di Porto Cervo di proprietà di Flavio Briatore. L’esito dei tamponi effettuati nei giorni scorsi dall’Ats – come riporta il quotidiano L’Unione Sarda – è arrivato nella tarda sera di ieri, confermando la presenza di un focolaio nel locale, chiuso dal 17 agosto. Prima sei positivi, poi il numero era salito a 11 e in 50 si erano messi in autoisolamento.

Leggi anche: Cosa succede quando un tizio dice a un poliziotto che la mascherina non se la mette