Cultura e scienze

Il tempo medio per la laurea triennale

laurea triennale

La riforma universitaria Berlinguer/Zecchino, meglio conosciuta come quella del “3+2”, ha mancato due dei suoi obiettivi principali. Secondo i dati, i giovani che oggi riescono a concludere l’intero percorso quinquennale o quello a ciclo unico sono addirittura meno rispetto ai laureati del 2000, ultimo anno del vecchio ordinamento. E per acquisire i due titoli (quello triennale più quello biennale, detto anche magistrale) si va ancora fuoricorso. Le infografiche a corredo dell’articolo di Salvo Intravaia su Repubblica riepilogano il tempo medio per conseguire la laurea triennale in anni: spiccano i sei anni e mezzo che ci vogliono per giurisprudenza.

tempo medio laurea triennale
Il tempo medio per la laurea triennale facoltà per facoltà (La Repubblica, 2 settembre 2017)

Nel 2000, ai tempi del cosiddetto “vecchio ordinamento”, ci si laureava in media a 27,6 anni, sedici anni dopo siamo scesi a 27,1. Un piccolo passo avanti che, per molti, non giustifica la rivoluzione del “3+2”. Anche perché per completare il percorso triennale occorre mediamente studiare 4,9 anni: a fare più fatica i ragazzi che frequentano le facoltà del gruppo letterario (Filosofia, Storia, Lettere), che mediamente impiegano 5,2 anni. Anni che diventano 7,4 anni per i percorsi a ciclo unico di cinque anni e oltre.
tempo medio laurea triennale 1
Il tempo medio per la laurea triennale facoltà per facoltà (La Repubblica, 2 settembre 2017)

A favore c’è soltanto l’aumento del numero di laureati: nel vecchio ordinamento si laureava in regola il 9 per cento degli iscritti, oggi siamo a quota 35 per cento.