Cultura e scienze

La storia dello schiaffo di Rudi Garcia allo steward

Rudi Garcia, allenatore della Roma, è stato squalificato per due turni e non potrà sedere sulla panchina giallorossa nelle prossime due domeniche per una sanzione del giudice sportivo. La sanzione è stata data però in circostanze strane: è bastata infatti la testimonianza di uno steward, e la conferma di due suoi colleghi che non sono tesserati per far scattare la mannaia. La società promette ricorsi.

I fatti: è finita da pochi istanti la partita contro il Genoa, Garcia e il vice Bompard sotto un fitto lancio di oggetti vari e bottigliette dalla tribuna di Marassi (una ha colpito Strootman, ma il giudice l’ha sostanzialmente ignorata) cercano di allungare il “finger”, quel tunnel in teflon che porta agli spogliatoi, per garantire l’incolumità dei giocatori. Gli steward chiedono conto di cosa facciano, si anima una discussione, si risolve in fretta. Fin qui, vedonotutti. Lo steward, però, va oltre. E ai delegati fa mettere a verbale di essere stato «aggredito dal tecnico della Roma Rudi Garcia il quale strattonandomi provava a tirarmi uno schiaffo verso il viso, che schivavo senza essere colpito. Subito dopo Garcia veniva allontanato dai presenti. Contemporaneamente un signore con addosso la tuta della Roma strattonava me ed un mio collaboratore, attingendoci con uno sputo». Questa testimonianza, di un soggetto non tesserato, nemmeno verificata,se non con altri steward, è bastata a far scattare la condanna. Il dg Baldissoni non ci sta, e punta il dito contro una giustizia che non sembra ritenere (anche dopo il discusso caso-Destro dello scorso anno e le multe per l’uso della trasmittente in panchina) uguale per tutti: «Situazione grottesca, siamo stanchi di fare giurisprudenza,è una sensazione sgradevole che abbiamo già denunciato l’anno scorso, ma se sarà necessario per difenderci siamo pronti a usare la clava».

La prima pagina di Tuttosport che sfotte Rudi Garcia
La prima pagina di Tuttosport che sfotte Rudi Garcia

La Gazzetta dello Sport però spiega la ratio della decisione presa da parte del Giudice Sportivo:

Dalla Procura fanno sapere: che la Roma non ha voluto collaborare; che gli steward sono «incaricati di pubblico servizio» e quindi la loro testimonianza equivale quasi a quella di pubblico ufficiale; che in passato si è arrivati a sanzioni per casi analoghi senza che questo creasse clamore. Detto questo, però, anche nell’ambiente del Viminale si sottolinea come a volte gli steward abbiano atteggiamenti troppo da tifosi. Sul fronte genoano bocche cucite, così come dalla società «4 Any Jobs», che procura gli steward. Ipotesi? Al momento è possibile che il Tfn conceda una sospensiva per approfondire.