Cultura e scienze

Salvini è il re di Mediaset

Il capo della Lega da maggio è tornato al comando in video e voce. Ancora una volta grazie all’apporto dei talk di Rete4, e non solo, dove sovrasta tutti gli altri con 2 ore e 13 minuti di parlato, davanti a Sgarbi, Paragone e Tremonti; il primo giallorosa è Di Maio con 38 minuti

salvini porti chiusi condannano a morte senato oggi

Salvini è il re di Mediaset. Giandomenico Crapis sul Fatto Quotidiano spiega oggi che il capo della Lega da maggio è tornato al comando in video e voce. Ancora una volta grazie all’apporto dei talk di Rete4, e non solo, dove sovrasta tutti gli altri con 2 ore e 13 minuti di parlato, davanti a Sgarbi, Paragone e Tremonti; il primo giallorosa è Di Maio con 38 minuti, figuratevi.

Certo, pure le altre reti non si sottraggono alla seduzione dell’uomo del Papeete, visto che Rai3 gli regala la primazia nei suoi programmi per il secondo mese consecutivo, mentre La7 dopo averlo fatto a maggio ha pensato che non fosse il caso di insistere nonostante le compiacenze di Giletti. Sempre per Mediaset se qualcuno pensasse a un riequilibrio sulle altre reti verrebbe smentito: su Canale 5 primeggia la Meloni (1 h 24’di parlato nei talk). Altro che Rai, a Mediaset la lottizzazione non esiste. Se si guarda poi al complesso delle sette reti principali, Salvini parla nei Tg e nei talk per oltre 8 ore, più di Conte che si ferma a 7; il primo leader della maggioranza (si fa per dire) è Renzi con 3 ore e mezza, meno della metà, mentre anche per Holmes sarebbe difficile ritrovare tracce di Di Maio e Zingaretti (96 e 65 minuti rispettivamente). Le novità riguardano l’ascesa di Gualtieri che è dietro Salvini e Conte, ma prima di Renzi e Meloni, e la new entry di Calenda

salvini mediaset
I politici più presenti su Rai e Mediaset a giugno (Il Fatto Quotidiano, 24 luglio 2020)

Elaborando i numeri che l’Agcom ha appena prodotto (ma di cui ci eravamo occupati su questo giornale in passato) viene fuori che nei tre tg Mediaset vige il regime del latifondo, considerato che il partito che ha più voce è sempre Forza Italia: un totale di 16 h e 20’, più del premier, della Lega e quasi il doppio del Pd. Nel Tg4 lo squilibrio è clamoroso: da settembre a maggio FI è sempre il primo partito e da sola realizza spesso più di premier e governo messi insieme! Nel trimestre della crisi, con il governo sovraesposto, Conte e i ministri parlano al Tg4 per 3 ore e 11’, mentre gli azzurri per 3 ore e 31 minuti! Al Tg5, che è l’organo d’informazione più importante del paese dopo il Tg1, il quadro cambia di poco: tra settembre e maggio FI parla per 4 h2 8’, la Lega 4 h 06’; distanti il M5S (2 h 35’) e il Pd (2 h 32’).

Leggi anche: Salvo Pogliese: il sindaco di Catania condannato rischia la decadenza