Attualità

Come il PM Patronaggio ha trollato Salvini sulla Sea Watch 3

Alle 20.30 Patronaggio comunica che «la Gdf di Palermo e la Guardia costiera di Lampedusa hanno eseguito nel pomeriggio di oggi (domenica, ndr) il sequestro probatorio della nave della ong Sea Watch 3». Così i naufraghi possono sbarcare

patronaggio salvini sea watch - 5

Ieri mezza Italia si è gustata la faccia di Salvini mentre scopre in diretta da Giletti che i naufraghi della Sea Watch 3 sono stati fatti sbarcare dalla procura di Agrigento che ha sequestrato la nave. Oggi Fiorenza Sarzanini sul Corriere della Sera ci spiega come Patronaggio ha trollato Salvini:

Alle 9 la Guardia costiera invia una comunicazione a Sea Watch 3 con la quale notifica che l’ingresso nel porto di Lampedusa è interdetto fino alle 22, perché la stazza dell’imbarcazione causerebbe una serie di disagi tecnici che vengono elencati nella nota. Nelle ore successive i contatti tra Viminale, prefettura di Agrigento, Guardia costiera sono continui. Alle 17.42 il comandante della nave, Arturo Cerbone, comunica alla guardia costiera che «le condizioni dei migranti non consentono la loro permanenza a bordo e dunque alle 20.30 procederò alla disancora con previsione di entrare in porto alle 22».

In quelle stesse ore il procuratore aggiunto Salvatore Vella decide di andare sul posto. Al Viminale vengono informati che qualcosa sta per accadere e alle 18.46 viene diramata una nota: «Su disposizione dell’autorità giudiziaria, personale della Guardia di finanza e della capitaneria sta per salire a bordo della Sea Watch 3 con l’intenzione di procedere al sequestro della nave. La magistratura faccia come crede, ma il Viminale continua e continuerà a negare lo sbarco da quella nave fuorilegge. Il ministro dell’Interno si aspetta provvedimenti nei confronti del comandante della nave, dal quale è lecito attendersi indicazioni precise sui presunti scafisti presenti a bordo».

Salvini quindi era stato avvisato ma non si aspettava la scena in diretta. Poi arriva la sorpresona:

Alle 20.30 Patronaggio comunica che «la Gdf di Palermo e la Guardia costiera di Lampedusa hanno eseguito nel pomeriggio di oggi (domenica, ndr) il sequestro probatorio della nave della ong Sea Watch 3 ponendo il mezzo navale a disposizione di questa procura che ne ha disposto, previo sbarco dei migranti, il trasferimento sotto scorta nel porto di Licata. I migranti posti in salvo saranno affidati a personale della questura di Agrigento per la identificazione e per i necessari atti di polizia giudiziaria».

Nell’occasione, quindi, lo Stato di Diritto ha nuovamente trollato il ministro Salvini. Per quanto potrà continuare questo giochino lo decideranno gli elettori con il voto domenica.

Leggi anche: Le minacce di sfratto della Lega a Conte (sono tutte una farsa)