Economia

Pensioni: quota 41 per i lavoratori fragili

Riprendono i lavori tra governo e sindacati per elaborare un piano per evitare lo scalone dovuto alla fine di Quota 100. Oltre alla proroga di Ape Sociale e Opzione Donna potrebbe arrivare una novità per le pensioni dei lavoratori fragili

quanrantena malattia inps pensioni 64 anni

Mercoledì 14, dopo il periodo di stop dovuto alla quarantena della ministra Nunzia Catalfo, riprendono i lavori tra governo e sindacati per elaborare un piano per evitare lo scalone dovuto alla fine di Quota 100. Oltre alla proroga di Ape Sociale e Opzione Donna potrebbe arrivare una novità per i lavoratori fragili, spiega il Sole

il capitolo pensioni della manovra autunnale potrebbe non esaurirsi con la proroga, annunciata da tempo, di Ape sociale e Opzione donna. Con il trascorre delle ore diventa sempre più gettonato un altro intervento, su cui spingono molto Cgil, Cisl e Uil: l’apertura di un canale di uscita anticipata al raggiungimento dei 41 anni di contributi a prescindere dall’età anagrafica (la cosiddetta quota 41) non solo per i “precoci”, ai quali verrebbe prolungato nel tempo, ma anche a quei lavoratori che saranno riconosciuti in condizione di fragilità. È il caso, ad esempio, dei malati oncologici e dei cardiopatici. Sul concetto di lavoratori “fragili” stanno lavorando da alcuni giorni i tecnici del governo. E si starebbe provando a calibrarlo tenendo conto anche del ricorso allo smart working e alla tempistica per il rientro nella sede di lavoro. Ma nel caso di un via libera da parte dell’esecutivo, non è escluso che la misura possa essere in qualche modo associata alla condizione sanitaria in funzione dei requisiti necessari per accedere all’Ape sociale. E anche grazie a questo accorgimento potrebbe essere allargata la stessa platea dei soggetti che potrebbero beneficiare dell’Anticipo pensionistico, per il quale la proroga di un anno è ormai scontata, così come per Opzione donna. Che garantisce l’uscita alle lavoratrici dipendenti con almeno 58 anni di età e 35 di contributi (oltre a un anno di finestra mobile), e con un anno in più alle lavoratrici autonome, ma con il calcolo della pensione interamente contributivo

Leggi anche: Quanti posti ci sono in terapia intensiva regione per regione