Cultura e scienze

Lo sapevate? La strage di Orlando è un false flag arcobaleno!1!!

strage orlando false flag - 5

Come sempre quando qualcuno uccide delle persone innocenti ci sono altri che si affrettano a dire la loro sul perché queste persone siano morte. È la teoria del false flage, variamente declinata in base al luogo geografico della strage del momento. Se succede in Europa la colpa è dei poteri forti che vogliono convincere gli inermi cittadini europei a farsi impiantare microchip, ad andare in guerra contro qualche paese arabo oppure ad accettare la supremazia dell’Euro e della moneta debito. Negli Stati Uniti invece la litania è sempre la stessa: Obama, che alcuni credono ancora essere musulmano e kenyota, ha organizzato tutto per poter far approvare norme più restrittive in materia di acquisto e possesso di armi.
strage orlando false flag - 1

Obama vuole vietare la vendita delle armi

Anche nel caso della strage di Orlando, dove hanno perso la vita cinquanta persone, c’è chi crede che non sia morto nessuno e che i vari parenti delle vittime che vengono intervistati in queste ore non siano altro che degli attori. Il motivo per cui è stata inscenata l’immane carneficina è solo uno: consentire ad Obama (e alla Clinton) di proseguire con la loro agenda politica in materia di possesso di armi. Per la verità che Obama stia lavorando ad una serie di misure per rendere più difficile dotarsi di un’arma è una cosa nota, e non serve certo una strage in più per far capire agli americani come quello delle armi sia un problema serio. Al di là della matrice dell’attentato terroristico in Florida (non è chiaro se davvero Omar Mateen fosse un affiliato dell’ISIS o se fosse “solamente” un omofobo) è sufficiente guardare questa mappa elaborata da Vox per rendersi di quanto il fenomeno sia preoccupante.

strage orlando false flag - 2

 


Dal dicembre 2012 (data del massacro della scuola Sandy Hook) ad oggi sono state registrate 1.001 stragi, che hanno causato circa 1.141 morti e il ferimento di 3.943 persone. Questi invece sono i dati relativi ai primi sei mesi del 2016

Nessuno si aspetta la mafia gay

È evidente come non ci sia alcun bisogno di “inventarsi” una strage con tanto di attori per poter dire che in America c’è un problema con le armi da fuoco. Nonostante questo c’è chi crede che qualcosa non quadra, perché è sospetta la coincidenza che il massacro del Pulse sia avvenuto a poco meno di una settimana dalla morte di Muhammed Alì, che è famoso anche per la sua conversione all’Islam. Chi beneficia quindi di questa strage? Non di certo i musulmani americani, e del resto Mateen come avrebbe fatto – da solo – ad uccidere cinquanta persone? Non era mica un militare professionista!1 Ovviamente non si deve tenere assolutamente in considerazione che per sparare a bruciapelo su persone inermi e spaventate non sia necessaria questa grande abilità o capacità tecnica. Ma sarebbe una risposta troppo semplice, meglio credere che il terrorista facesse parte del famigerato programma di controllo mentale MK Ultra. E che faccia parte di un’organizzazione dedita ad organizzare false flag sulla falsa scia della famigerata Gladio.
strage orlando false flag - 3
Ecco uno schema che non vuol dire assolutamente nulla ma che spiega come ogni evento sia un false flag, non si scappa dalla ferrea logica cospirazionista. Il tutto sta nel capire se le vittime siano davvero morte o se si tratti di attori. Purtroppo non lo sapremo mai quindi paradossalmente le vittime del Pulse e di altre stragi etichettate come operazioni governative sotto copertura sono come il proverbiale gatto di Schrödinger: sono contemporaneamente morte e vive (ma sotto falsa identità).

strage orlando false flag - 4
Mettici uno schema con le frecce, la gente adora gli schemini

Ma seguendo la traccia di coloro che potrebbero beneficiare di questa strage si scopre qualcosa di ancora più terribile. Innanzitutto c’è la coincidenza di rito, Christina Grimmie, cantante “cristiana” è stata uccisa ad Orlando il giorno prima della strage. E ora sappiamo perché, tuonano i complottisti tutti eccitati. E non dimentichiamo che il giorno della sparatoria in Germania si stava tenendo la riunione dei pericolosissimi amici dei Bildeberg . Ecco una lista di possibili moventi con un unico mandante: Barack Obama.

It ought to be quite obvious by now that Obama was put into the White House by his masters to accomplish five primary goals: (i) Enact Obamacare (ii) Restart the Cold War with Russia (iii) Crash the Economy (iv) Promote Gay Marriage and (v) Nullify the 2nd Amendment.

In soli otto anni il Presidente USA è riuscito ad attuare la sua riforma del sistema sanitario, far scoppiare una nuova Guerra Fredda, far crollare l’economia, legalizzare il matrimonio gay e – grazie a quello che è successo ieri – abrogare il secondo emendamento. E poi dicono che Obama non ha fatto nulla in questi due mandati. Ma cosa c’entrano gli omosessuali? Ebbene, la GAY MAFIA è da sempre alleata di Obama, praticamente è il braccio armato del Presidente:

With this total gun control goal in mind, the POTUS et al. have decided to conscript the most powerful political force in the nation—the Gay Mafia. To the uninitiated, it ought to be clearly understood that the worldwide LGBTTTT movement was specifically created to function as the most powerful political force on the planet. In this way the continuing social engineering experiments being conducted around the globe can be greatly accelerated, and unimpeded when necessary, by the Gay Mafia.

È un caso che i pacifinti abbiano adottato una bandiera simile a quella del movimento LGBT? È un caso che i gay siano la più potente e influente forza politica del Pianeta? E soprattutto, è un caso che la strage sia avvenuta ad Orlando, la città dove sorge anche il parco di divertimenti Disneyland (Disney da sempre fa propaganda occulta per sessualizzare i nostri figli) ovvero un parco divertimenti dove tutto è finto? Non è così strano se pensate che se gli americani non potranno comprare armi non potranno più spararsi tra di loro combattere il dittatore Hillary Clinton.