Cultura e scienze

Libero? Oggi lucra sulle vittime del Bataclan

Una delle foto più impressionanti della strage del teatro Bataclan è questa: uno scatto orribile, che mostra un cumulo di morti nella platea della struttura dopo l’attacco dei kamikaze degli attentati. Non a caso la foto è censurata: è finita su Daily Mail, Mirror (da cui è tratto questo scatto) e tanta stampa inglese debitamente fornita di pixel, anche se in rete si poteva trovare senza censure.
bataclan
Anche l’Huffington Post italiano la pubblica censurata: «Quella che circola su Instagram, Twitter e Facebook, mostra almeno 25 cadaveri a terra all’interno della sala, dove le poltrone erano state rimosse per lo svolgimento del concerto degli Eagles of Death Metal. L’immagine scioccante ritrae i corpi stesi sul pavimento intriso di sangue. Le scie potrebbero essere il segno della fuga dei sopravvissuti, che hanno raccontato ieri di aver strisciato tra i cadaveri per fuggire. Al momento non è possibile verificare chi sia l’autore della foto, e dunque confermarne l’autenticità». La foto è censurata anche dai media australiani. Ma Libero, già contentone di aver sollevato un polverone con il titolo sui Bastardi islamici oggi la pubblica in prima pagina e senza alcuna censura in un articolo a firma di Francesco Borgonovo:
libero bataclan 1
Per aiutare chi avesse problemi di vista, la foto è replicata anche a pagina 2 e 3 nell’articolo di Francesco Borgonovo. D’altro canto, dall’ISIS a Libero, le immagini cruente creano interesse. Alle attention whore piace.