Barbara Lezzi sbrocca sui condizionatori a Omnibus

di Giovanni Drogo

Pubblicato il 2018-06-27

Rinfrescante siparietto comico oggi su La 7 quando Alessandra Sardoni ha chiesto alla ministra del Sud di spiegare la sua famosa uscita sul caldo che fa aumentare la produzione industriale e sui condizionatori delle automobili che fanno alzare il PIL…

Oggi la ministra del Sud del Governo del Cambiamento Barbara Lezzi era ospite di Alessandra Sardoni a Omnibus. In coda alla trasmissione la giornalista de La 7 ha chiesto alla ministra a 5 Stelle della famosa storia dei condizionatori e del caldo che fa crescere il PIL. Nell’agosto del 2017 la senatrice Lezzi aveva infatti spiegato in un video su Facebook – che purtroppo ora è stato rimosso dalla sua pagina – che la crescita del prodotto interno lordo dello 0,4% per il terzo trimestre di fila era dovuta ai consumi per i condizionatori.

Quando la Lezzi spiegava che il caldo aveva fatto salire il PIL

La senatrice Lezzi – che qualche tempo prima si vantava del suo stipendio da 14 mila euro al mese – disse che l’aumento del PIL era dovuto all’aumento della produzione industriale e che «Quello che ha fatto marciare la produzione industriale sono i numeri di giugno, perché a giugno si è consumata molta più energia perché ha fatto molto più caldo. E allora i consumi per i climatizzatori, per la catena del freddo, per l’aria condizionata delle macchine hanno fatto aumentare, esplodere la produzione industriale. A giugno 2017, rispetto all’anno precedente, il consumo di energia è aumentato del 9,8%. Per una questione di emergenza e di vera necessità». Insomma la senatrice M5S voleva semplicemente minimizzare la già esigua crescita del PIL, che però era in linea con quella dei due trimestri precedenti. L’economista Mario Seminerio su Phastidio aveva spiegato le ragioni di quella crescita congiunturale, dovuta ad una domanda interna «meno catatonica che in passato» e ad una posizione fiscale «che da tre anni è lievemente espansiva».

barbara lezzi sardoni omnibus condizionatori pil - 2

L’Istat all’epoca spiegava che la crescita del PIL dicendo che «la variazione congiunturale è la sintesi di un aumento del valore aggiunto nei comparti dell’industria e dei servizi e di una diminuzione nel settore dell’agricoltura. Dal lato della domanda, si registra un apporto positivo della componente nazionale (al lordo delle scorte) e un limitato contributo negativo della componente estera netta». La Lezzi difese le sue teorie su condizionatori e PIL anche durante una puntata di agosto 2017 dell’Aria che Tira dove accusava

La ministra del Sud e l’informazione mediocre di Alessandra Sardoni

Oggi la ministra ha detto di non aver detto che l’anno scorso non aveva detto che il PIL era aumentato grazie ai condizionatori. Eppure ha detto proprio che a far aumentare il PIL era stata la produzione industriale dovuta al caldo di giugno. La Lezzi disse anche che non c’era solo l’aumento dei consumi nelle aziende che dovevano mantenere la catena del freddo ma anche che «in auto noi abbiamo acceso il condizionatore consumando più energia», energia prodotta dalla macchina (che non è certo una fabbrica).

Ma la Lezzi oggi a Omnibus ha fornito anche un’altra spiegazione. Secondo la ministra del Sud il dileggio nei suoi confronti «ha fatto sì che poi il partito democratico sprofondasse». Insomma, non solo il PIL cresce perché è caldo ma il PD perde voti perché ha preso in giro la senatrice: «perché il dileggio senza alcun senso e senza alcun presupposto scientifico – perché io ho detto cose profondamente diverse – ha fatto sì che i cittadini cominciassero a pensare: “questi non hanno alcun argomento, alcun merito da presentare”». Barbara Lezzi ha provato, come al solito, a cambiare argomento dando la colpa al PD per il fatto che il Sud non abbia un tasso di crescita uguale ad altre aree del Paese. Ma quando Alessandra Sardoni ha provato a riportarla sul punto dei condizionatori la ministra non ci ha visto più e ha accusato la giornalista di “fare un’informazione mediocre“. Ma se l’informazione de La 7 è mediocre come mai la ministra Lezzi ha rimosso dalla sua pagina Facebook il famoso video sul caldo e sul PIL?

Leggi sull’argomento: Come il decreto Bonafede sul Tribunale di Bari potrebbe fare un favore ai clan

Potrebbe interessarti anche