Cultura e scienze

L'eruzione del vulcano Colìma

In questo video pubblicato su Youtube vediamo i momenti immediatamente successivi all’ultima eruzione del vulcano Colima, che si trova in Messico e ha sputato fuori una colonna di cenera alta 5 chilometri che poi si è posata in un’area di 25 chilometri dopo l’eruzione. L’ufficio federale della protezione civile messicana ha detto che l’eruzione non ha provocato danni né feriti, ma ha predisposto un piano di evacuazione della zona.

Il vulcano di Colima, alto 3860 metri e chiamato anche Vulcano di Fuoco, è il più attivo fra i vulcani del messico: si trova al limite occidentale della Fascia Vulcanica trasversale: l’area su cui siede la montagna per la maggior parte appartiene allo stato messicano di Jalisco. Dal 1576 si segnalano 40 eruzioni, quelle di maggiore intensità, racconta Wikipedia, si sono avute nel 1585, 1606, 1622, 1690, 1818, 1890, 1903; la più violenta è stata quella del 1913 e le più recenti quelle del 1999 e del 2005 (in marzo, maggio e il 5 e 6 giugno 2005), quando la colonna eruttiva raggiunse i 4,5 e i 9 km in altezza, il flusso piroclastico raggiunse i 4 km di distanza dal cratere e le bombe di lava atterrarono a 3/4 km di distanza. L’indice di esplosività vulcanica non superò il VEI 3. La cenere emessa raggiunse distanze fino a 100 km.