Attualità

La bufala di Giorgia Meloni sul PD che copre il sistema Bibbiano

meloni bibbiano commissione limonta boschini - 4

«Per il presidente Pd della Commissione sui minori voluta dalla Regione Emilia-Romagna dopo lo scandalo Bibbiano la vergogna di bambini strappati dai loro genitori per essere affidati al circuito caro alla sinistra sono semplici “raffreddori” in un sistema “sano”». Così ieri sera la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni tornava, da mamma, da donna, da italiana, ad occuparsi della vicenda di Bibbiano. Lo faceva accusando il PD di aver voluto una Commissione di inchiesta proprio per insabbiare i fatti del presunto “sistema Bibbiano“.

Così la Meloni inventa una fake news su Bibbiano

Perché per la Meloni era ovvio che «una Commissione farsa guidata da Pd, M5s e Sinistra italiana e nata solo per minimizzare i gravissimi fatti accaduti» non poteva far altro che giungere a queste conclusioni e negare l’esistenza di un sistema. Che il “sistema Bibbiano” non esista lo hanno detto nell’ordine il Tribunale dei Minori di Bologna che l’associazione magistrati, e del resto basta guardare i veri numeri degli affidi in Val D’Enza per comprendere come la narrazione dei migliaia di bambini rubati o strappati ai loro genitori sia campata in aria. Tanto più che anche la maggior parte dei minori di cui si occupa l’inchiesta della Procura di Reggio Emilia erano già tornati a casa prima che esplodesse il caso mediatico.

meloni bibbiano commissione - 1

A scanso di equivoci questo non significa che gli operatori o le persone coinvolte nell’inchiesta non abbiano fatto degli errori o commesso dei reati. Solo che l’accertamento dell’eventuale responsabilità penale spetta alla magistratura e non ai politici o alle commissioni d’inchiesta. Ma c’è un’altra cosa su cui la Meloni si sbaglia di grosso. Nella foga di continuare a raccontare la storia del partito di Bibbiano la Meloni racconta una balla. A fare quelle dichiarazioni non è il presidente della commissione speciale regionale di inchiesta sul sistema minorile Giuseppe Boschini (del PD). Per il semplice motivo che quella frase è stata pronunciata dal presidente della commissione tecnica, il dottor Giuliano Limonta, che oltre ad essere un neuropsichiatra infantile è un tecnico indipendente che nulla ha a che fare con il PD o con la politica.

meloni bibbiano commissione - 2

In pratica la Meloni prima ha confuso le due commissioni, poi ha messo in bocca ad un politico del PD parole pronunciate da un’altra persona, «l’ennesima riprova che su Bibbiano, ma più in generale sul sistema di tutela dei minori, una certa parte politica non vuol capire e informarsi, preferendo di gran lunga l’urlo politico, la voglia di strumentalizzare, di usare Bibbiano per far perdere un voto a qualcuno e guadagnarne uno per sé», ha dichiarato Boschini. Non sappiamo se la dichiarazione della Meloni (non smentita o rettificata) sia stata fatta in buona fede o meno. Quello che sappiamo è che nel link a “la voce del patriota” a corredo del post viene riportata correttamente la notizia (un lancio dell’agenzia DIRE) dove la frase viene attribuita al Dottor Limonta e non al consigliere regionale del PD.

meloni bibbiano commissione - 3

Si potrebbe concludere qui, ricordando che sui fatti di Bibbiano Limonta ha spiegato che, pur aspettando gli esiti delle indagini giudiziarie, «risultano estranei e incompatibili con l’attuale impianto normativo vigente». Ma la Meloni non è l’unica a strumentalizzare la vicenda, perché il Giornale ieri titolava che “per i dem” il sistema degli affidi è sano, quando in realtà quella è l’opinione espressa da un tecnico durante l’audizione in commissione. E a chi chiede i numeri Boschini li ha già forniti, ma forse erano distratti.

Leggi anche: Io sono Giorgia remix, ovvero: come fare un favore alla Meloni credendo di sfotterla