Attualità

Imen Chatbri: il cellulare scomparso e l’indagine per omicidio

Il cellulare non ritrovato fa escludere altre ipotesi. Nella vita personale dell’ex atleta alcuni misteri. E forse più di un sospetto

imen chatbri stefan catoi

I poliziotti del commissariato Trevi che indagano sulla morte di Imen Chatbri hanno scartato l’ipotesi del suicidio. E cercano un uomo che si trovava con lei puntando il dito sul suo telefono cellulare, che non è stato ritrovato dopo la caduta, e sulla persona che ha coperto il suo corpo senza vita dopo che è caduta dal muraglione del lungotevere dei Vallati, vicino ponte Sisto.

Imen Chatbri: il cellulare scomparso e l’indagine per omicidio

Il sospetto è che quella notte fosse in compagnia di qualcuno che conosceva e che, facendo sparire il cellulare, ha tentato di cancellare ogni traccia. Per questo gli investigatori hanno allargato le indagini e stanno ricostruendo la fitta rete di amicizie e relazioni. Il suo profilo Facebook mostra un video girato alla Fontana di Trevi e alcune sue foto molto recenti.

imen chatbri 1

Secondo Repubblica Roma sono stati subito ascoltati i colleghi della palestra in cui era stata assunta come personal trainer due settimane prima di morire. Poi gli amici più stretti e i coinquilini della casa in cui si era trasferita già da alcuni mesi. Ma più di un pezzo, nel complicato puzzle della vita personale dell’ex atleta, non sarebbe al suo posto e nel mirino ci sarebbe già più di un sospetto.

L’ex marito è deceduto a Palermo per cause naturali due anni fa, la polizia sta quindi verificando il giro di conoscenze della tunisina, che in patria aveva ottenuto buoni risultati nel lancio del giavellotto e nell’eptathlon (anche una medaglia di bronzo nei campionati nazionali), poi nel 2012 era stata tesserata da una società di Rieti — la Ca.Ri.Ri —, con la quale si è però allenata per un paio di mesi. Un testimone aveva detto a Chi l’ha Visto? che la donna era già morta quando era stata gettata giù dal ponte, ma i risultati dell’autopsia lo smentiscono.

Leggi anche: La palazzina acquistata da Siri con i soldi da San Marino