Economia

Il bonus facciata e i rischi per le ristrutturazioni dei palazzi

Se il condominio si muovesse autonomamente dovrebbe sostenere l’intera spesa e ciascun condomino potrebbe poi recuperare il 70 per cento dei costi sostenuti, ovvero 21 mila euro, nell’arco dei successivi dieci anni

bonus professionisti quando arriva

I bonus per la ristrutturazione di case e condomini tornano con una novità che, sin da subito, ha sollevato perplessità e proteste dal mondo ambientalista: il “bonus facciate”, che prevede una detrazione del 90 per cento su lavori ordinari e straordinari senza limiti di tetto. Una misura, scrive il Messaggero, che rischia di penalizzare ecobonus e sismabonus per via delle minori agevolazioni di cui questi due incentivi beneficiano. Legambiente è sul piede di guerra e preme affinché il governo introduca anche per i lavori sulle facciate l’obbligo di rispetto dei requisiti di coibentazione, eccezion fatta per gli edifici vincolati, in modo da estendere i vantaggi dell’ecobonus anche agli interventi di abbellimento degli immobili.

ecobonus ristrutturazioni bonus facciate
Ecobonus, Sismabonus e Bonus facciate (Il Messaggero, 10 novembre 2019)

Il Messaggero spiega una possibile applicazione del bonus per l’efficientamento energetico:

Per un condominio con quindici appartamenti che ha in programma di realizzare un intervento di efficientamento energetico che prevede per esempio l’installazione di un cappotto termico sull’edificio e la sostituzione della vecchia caldaia per il riscaldamento centralizzato con una più moderna pompa di calore, la spesa prevista complessivamente sarebbe di 450 mila euro, mentre il costo per il singolo appartamento ammonterebbe a 30 mila euro.

Se il condominio si muovesse autonomamente dovrebbe sostenere l’intera spesa e ciascun condomino potrebbe poi recuperare il 70 per cento dei costi sostenuti, ovvero 21 mila euro, nell’arco dei successivi dieci anni. Cedendo invece in un’intera soluzione il credito fiscale all’azienda che esegue i lavori il condomino beneficerà di un notevole risparmio economico dal momento che resterà da sostenere la sola quota non coperta da incentivo,sarebbe a dire circa 9mila euro.

Leggi anche: Report, l’omicidio di Diabolik e gli ultras bagarini della Juventus