Attualità

Il bimbo immunodepresso costretto a cambiare scuola per i no-vax

vaccini vicenza autocertificazione falsa nido - 2

Un bambino immunodepresso e sottoposto a trapianto di fegato in Piemonte cambierà scuola perché l’istituto non è in grado di garantire che i suoi compagni siano tutti vaccinati. Succede a Chivasso e ne parla oggi la Stampa:

A partire da lunedì prossimo il piccolo, 3 anni a fine ottobre, sottoposto un anno fa ad un trapianto di fegato, indosserà finalmente il grembiulino e sarà accolto alla Peter Pan di via Paleologi, una scuola dell’infanzia sempre dell’istituto comprensivo Demetrio Cosola, anziché alla Bambi di viale Cavour dove inizialmente era stato iscritto. Una soluzione che è stata concordata tra i genitori e la dirigenza scolastica.

fossombrone bimba immunodepressa

La famiglia aveva ritenuto di non farlo andare a scuola sino a che non ci fosse la certezza della copertura vaccinale per tutta la scuola materna. In questo caso la situazione era ancora più complicata perché trattandosi di una scuola dell’infanzia non è sufficiente che siano vaccinati i compagni di classe, ma tutti quanti dal momento che i piccoli condividono anche gli spazi della mensa e del dormitorio.

Nei giorni scorsi erano circolate altre notizie di cronaca a proposito dei bambini non vaccinati. A Fossombrone una bambina si era trovata in classe con due non vaccinati, mentre a Settimo Torinese era stato il figlio di un free-vax a finire “segregato” a scuola; per il bimbo malato di leucemia di Treviso invece la scuola aveva detto di voler approntare una classe di vaccinati.

Leggi sull’argomento: Il ferale annuncio di Paola Taverna sui vaccini