Cultura e scienze

“Donne custodi della salute”: la pagina sessista del Ministero della Salute (poi cancellata) su donne e fumo

Sta girando sui social la pagina sul sito del ministero della Salute su “Donne e fumo” con una connotazione che in tanti reputano sessista e sta facendo discutere: è vera o no?

donne e fumo ministero salute 1

Sta girando sui social la pagina sul sito del ministero della Salute su “Donne e fumo” con una connotazione che in tanti reputano sessista e sta facendo discutere: è vera o no?

“Donne custodi della salute”: la pagina sessista del Ministero della Salute (poi cancellata) su donne e fumo

Partiamo dalla frase controversa che ha fatto il giro dell’internet. I rischi del fumo li conosciamo tutti, ma…secondo il ministero, o almeno secondo la pagina che ormai non si può più leggere, le donne hanno un motivo in più per evitare il tabacco. E non si tratta di questioni biologiche o genetiche, ma del loro “ruolo familiare”:

Il fumo fa male a uomini e donne, ma le donne che fumano hanno diversi motivi per fare particolare attenzione, anche in considerazione del loro ruolo familiare e sociale quali promotrici e custodi della salute.

Qualcuno attacca su Twitter:

E chi risponde lo fa con un tono molto simile: “Della serie che se una donna fuma il problema non è il cancro ma l’immagine sociale dell’angelo del focolare irrimediabilmente lesa”, oppure: “Praticamente ci stanno sbattendo bellamente in faccia che noi donne dobbiamo campare un bel po’ perché dopo aver accudito i pargoli ci tocca il lavoro di cura degli anziani, ovviamente tutto per la famiglia santissima e non retribuito”.

Viene però il dubbio che si tratti di un fake. La pagina infatti non è disponibile sul sito del ministero. Come stanno le cose? Andando a guardare la cache di google per la pagina in realtà si può ancora leggere il contenuto cancellato.

donne e fumo ministero salute

La cache “È un’istantanea della pagina visualizzata il 7 mar 2021”, spiega Google, quindi a partire da quella data può essere stata rimossa dal sito.

donne e fumo ministero salute 2

Ma quando è stata creata? Sempre tramite la cache si può leggere che l’ultimo aggiornamento è del 9 aprile 2019. Perché sia rimasta online per quasi due anni è comunque un mistero.

Foto copertina: Giuditta Pini su Facebook