Cultura e scienze

L'imbarazzante «Despacito» di Cartabianca per Virginia Raggi

virginia raggi despacito

Ieri Virginia Raggi è stata ospite di Cartabianca, la trasmissione di approfondimento politico  di Bianca Berlinguer. L’occasione di avere la sindaca di Roma a fare un bilancio del suo primo anno di amministrazione proprio nel giorno in cui la procura le contesta i reati di falso e abuso d’ufficio per due diverse vicende che l’hanno coinvolta è andata sprecata. Perché la Raggi ha risposto in maniera evasiva a molte domande, e questo c’era da aspettarselo visti i precedenti e visto il fatto che ogni politico, da che mondo e mondo, lo fa. Ma anche perché tranne alcuni interventi del giornalista del Corriere Tommaso Labate non si andava quasi mai nel merito quanto affermato dalla sindaca (ad esempio sui rom, o sui motivi dell’ennesima emergenza monnezza e così via).

L’imbarazzante «Despacito» di Cartabianca per Virginia Raggi

La Raggi ha pubblicato l’intervista sulla sua pagina Facebook, tagliando però l’ultima parte. E a ragione. Perché la parte più imbarazzante della della trasmissione è stata il servizio finale. Pur avendo a disposizione la sindaca di Roma in una delle sue rare uscite pubbliche, gli autori della trasmissione hanno avuto la splendida idea di riprendere un discorso in spagnolo della sindaca per montarlo in modo di farle cantare la simpatica (?) Despacito.

Virginia Raggi e il terrificante remix di… di next-quotidiano
Il video è importante non tanto per il valore artistico dell’opera, quanto per la faccia che fa la povera Virginia mentre è costretta ad ascoltare questo scempio. Solidarietà alla sindaca.

Leggi sull’argomento: La lettera di Virginia Raggi al Messaggero: un fact checking