Attualità

Come gli antivax si stanno preparando a evitare i controlli vaccinali

corvelva free vax decreto vaccini obbligatori - 7

Manca poco più di un mese all’inizio dell’anno scolastico e i genitori free-vax/no-vax/anti-vax non hanno ancora idea di cosa devono fare per evitare che i propri figli vengano avvelenati dallo Stato con i vaccini. C’è chi vuole fare la guerra, anzi la rivoluzione, e chi invece “per vendetta” propone di chiedere alle scuole i certificati antisismici. Perché se i Genitori Preoccupati devono essere in regola lo devono essere anche gli edifici scolastici. Le due cose non hanno alcuna relazione tra loro ma questo è solo un dettaglio.

Vaccinare o non vaccinare? Questo è il dilemma

Un aspetto positivo di tutto questo baccano sui vaccini obbligatori è che sembra essere improvvisamente scomparso l’allarme gender che si è attivato in questo periodo l’estate scorsa alla vigilia della partenza dell’anno scolastico. Ma non disperiamo, per quello c’è ancora tempo. Intanto però bisogna risolvere la questione dei vaccini obbligatori. Come fare ad evitarli? Come riuscire a farla franca anche dopo la conversione in legge del DL Lorenzin?
scuola settembre vaccini -9
 
Gli avvocati di riferimento del variopinto movimento contro i vaccini obbligatori invitano ad attendere la sentenza della Corte Costituzionale (che molti genitori già si affrettano a definire illegittima perché nominata da un Parlamento “incostituzionale”). In ogni caso, fanno sapere i legali, non bisogna cedere alle pressioni delle ASL e del Governo: non vaccinare i propri figli per paura delle sanzioni o di non poterli iscrivere al nido. E soprattutto non pagare le multe, perché sarebbe vista come “un’ammissione di colpa”.
scuola settembre vaccini -6
Anche fare l’autocertificazione è da evitare – spiegano nei gruppi anti-vax – perché con l’autocertificazione il genitore si impegna a vaccinare il figlio. E noi non vogliamo certo che un bambino innocente possa essere immunizzato. In attesa delle elezioni – che sicuramente rovesceranno il Governo e questo decreto dittatoriale – cosa possono fare i genitori?
scuola settembre vaccini -3
Una soluzione per qualcuno è quella di ritirare i figli da scuola e di assumere una maestra o una baby sitter che si occupi dell’istruzione dei bambini.
scuola settembre vaccini -4
HOMESCHOOLING, esclama trionfalmente una mamma. Tenendo i propri bimbi a casa e facendo da maestra, una soluzione che però non è alla portata di tutti. Non tanto per i costi ma perché – cosa davvero strana – non tutti sono in grado di fare gli insegnanti, nemmeno se si tratta dei propri figli.
scuola settembre vaccini -2
C’è anche chi fa notare che per non mandare i figli all’asilo e dedicarsi all’insegnamento da casa molti genitori dovrebbero rinunciare al lavoro per stare a casa. Questo Governo infame le pensa proprio tutte.

I gruppi di preghiera contro i vaccini obbligatori

Anche alcuni integralisti cattolici, in virtù della nota bufala dei feti abortiti contenuti nei vaccini, sono contro i vaccini obbligatori.
scuola settembre vaccini obbligatori preghiera - 2 scuola settembre vaccini obbligatori preghiera - 1
Ci sono persone che implorano il perdono di Dio per l’olocausto dei bambini e altri che organizzano viaggi a Medjugorje per “pregare per i nostri figli”.
scuola settembre vaccini -1
Ormai non resta che pregare, scrive sconsolata una mamma. Ma certo, la preghiera! Un’arma potentissima grazie alla quale si vincono le guerre (e si curano le malattie).

Il Popolo Unico è pronto alla rivolta

Nel frattempo il Popolo Unico, quella particolare categoria di complottisti che crede che lo Stato italiano sia una Società per azioni che possiede (letteralmente) tutti i nuovi nati, è pronto alla rivolta. Per costoro ogni forma di Governo è una tirannide. Nel gruppo “Genitori e bambini liberi e sani popolo unico” si discute sul da farsi e ci si lamenta della situazione nella quale ci hanno fatto finire i politici (ovviamente) ma anche gli anti-vax non abbastanza informati “che chiedono vaccini gratis”. Il riferimento è alla polemica sul significato del termine free vax.
scuola settembre vaccini obbligatori popolo unico - 1
I vaccini non sono altro che uno strumento per attuare un “genocidio programmato della razza umana”. I cortei dei no-vax e del popolo arancione non servono a nulla. L’unica soluzione è l’autodeterminazione dei popoli e delle esigenze immunitarie. Ma nessuno lo dice e in pochi sono pronti a capirlo. Purtroppo “gli italioti” si faranno trovare in regola al momento dell’apertura delle scuole. E così inizierà in genocidio del popolo italiano. Si salveranno solo i pochi spiriti liberi che si alzeranno e combatteranno per mettere in mora questo governo non eletto dal popolo.
scuola settembre vaccini obbligatori popolo unico - 2
Nei commenti a questo post (ma il tono è lo stesso altrove) c’è chi prosegue con le giaculatorie contro il branco di pecore. E chi invece esorta il Popolo a farla “sta marcia su Roma”. Purtroppo “la programmazione” del popolo condannerà tutti noi e i nostri figli alla sconfitta.
scuola settembre vaccini obbligatori popolo unico - 3
Voglio dire, guardate a che livello di programmazione occulta sono arrivati, sotto il nostro naso: una menorah davanti a Palazzo Montecitorio. E i danneggiati da vaccinazioni e i loro genitori manco se ne accorgono!11

L’ultima risorsa: i test pre-vaccinali

Un’altra soluzione è quella di inceppare la macchina dei centri vaccinali, intasandoli con richieste assurde al fine di rallentare la somministrazione dei vaccini. È quanto consiglia la dottoressa Gatti nel suo famoso “vademecum” per evitare le vaccinazioni obbligatorie. Fare una serie di domande ai medici e agli infermieri per ottenere l’assoluta garanzia che non ci saranno reazioni avverse. Si tratta – coincidenze? – di un vademecum simile al documento di assunzione di responsabilità da far firmare ai medici che circolava qualche mese fa.


Ci sono poi gli esami pre vaccinali per accertare e assicurarsi che il bambino non possa avere alcuna reazione avversa. Come abbiamo già spiegato gli esami pre-vaccinali non servono a nulla. Eppure ci sono laboratori medici che cavalcano l’onda della preoccupazione per proporre esami vaccinali. Il giornalista Gerardo D’Amico ha segnalato un’offerta di un laboratorio diagnostico sul suo profilo Facebook.

Ma quella scoperta da D’Amico non è l’unica. Ci sono già diversi ambulatori che offrono il servizio di “screening vaccini” per venire incontro alle preoccupazioni dei genitori e dire loro quali vaccini obbligatori potranno essere evitati. Ma il test mira solo ad individuare se il bambino ha un’immunità naturale ad una delle malattie per cui è prevista la vaccinazione obbligatoria.

Ma i genitori no-vax sono troppo furbi e sanno bene che questo tipo di screening non consente di avere la certezza che non ci saranno reazioni avverse. Insomma nemmeno i no-vax più accaniti dovrebbero credere a questa offerta. Ma non è detto: dopo la chiusura del “gruppo segnalazione malattia esantematiche” forse davvero l’unica risorsa per immunizzare i propri figli è quella di farli vaccinare. Del resto è quella meno rischiosa e più sicura. Perché accanirsi ad inseguire omeopati e santoni?