Economia

Il Comune di Roma e il milione di euro speso per gli spazzaneve inadeguati

paolo ferrara neve roma spargisale - 2

Mauro Evangelista sul Messaggero di oggi racconta come il Comune di Roma si sia impegnato per la neve sulla Capitale, ma, come al solito, con qualche piccolo problemino di organizzazione:

Mezzi molto pesanti arrivati da una ditta del Piemonte, molto adatti per la neve ad alta quota, e considerati inadeguati per i dieci centimetri romani. Roma Capitale non ha accordi con ditte locali già organizzati per tempo in modo da avere spazzaneve e spargisale disponibili in caso di necessità. «I mezzi dedicati alla rimozione della neve e del ghiaccio sono oltre 190 (spalaneve,bobcat,spargisale e altri mezzi)» recita un comunicato stampa di Roma Capitale attorno alle 19 di ieri.

In realtà, la protezione civile comunale aveva scarsità di mezzi e venerdì, quando si è capito che la neve stava arrivando sul serio, è stata fatta una ricerca di mercato. Ovviamente, se cerchi spazzaneve e spargisale mentre tutta l’Italia è investita dalle bufere e dunque c’è grande richiesta di questi mezzi, i prezzi salgono. Per trenta mezzi sono stati pagati 900mila euro più Iva, una cifra molto alta perché comunque la ditta di Cuneo che si è fatta avanti ha dovuto spostare spazzaneve e spargisale all’ultimo minuto senza il dovuto preavviso.

comune di roma spargisale spazzaneve

C’è di più: in realtà di quei 30 sono arrivati nella notte tra domenica e lunedì solo 5, a cui se ne sono aggiunti una quindicina successivamente:

Per questo motivo, in una città estesa come Roma, era assai difficile incrociare questi spargisale, se non sulle consolari. Fonti interne assicurano che comunque alla fine si pagheranno solo quelli realmente utilizzati. Ma gli esperti di protezione civile spiegano che questo tipo di strategia è inappropriata: «Non ha senso – raccontano – decidere 48 ore prima di una nevicata ampiamente annunciata il noleggio dei mezzi spazzaneve e spargisale. Sia chiaro: a Roma le nevicate non sono molto frequenti, dunque non sarebbe economicamente virtuoso l’acquisto degli spazzaneve e degli spargisale. Però bisognerebbe avere già pronti ogni anno dei contratti o degli accordi con le ditte del settore in modo da non farsi trovare impreparati».

Ad oggi i Municipi hanno solo degli accordi con alcune ditte che si occupano di questo tipo di interventi, ma alcuni sono scoperti e dunque è una coperta cortissima.

EDIT: Per fronteggiare ‘l’emergenza’ neve Roma ha a disposizione circa 170 mezzi di vario tipo. A questi, a quanto si apprende dal Campidoglio, si sommano 18 altri mezzi per pulire le strade e spargere il sale che sono stati noleggiati negli scorsi giorni, facendo salire il totale dei mezzi a quota 190. “Non c’è stato alcun ritardo nell’affrontare la situazione – fanno sapere dal Campidoglio interpellati in merito – in quanto la richiesta di noleggio è partita già venerdì e domenica, prima della nevicata, i primi mezzi erano già disponibili”. Quanto alla spesa per il noleggio, essa dipende dai giorni di utilizzo ed è stimata dal Comune in una cifra inferiore a 500 mila euro per usare i 18 mezzi fino alla fine del periodo critico da previsioni meteo.

Leggi sull’argomento: Paolo Ferrara e i potenzi mezzi antineve del Comune di Roma