Economia

I 400 lavoratori che verranno licenziati da Roma Multiservizi

roma multiservizi giunta raggi

“L’organico aziendale al 31 dicembre 2016 vedeva una forza lavoro di 4.188 unità composta da 66 impiegati e 4.122 operai, mentre l’organico aziendale alle 31 agosto 2017 è passato a 3.759 addetti composto da 66 impiegati e 3.693 operai (-10,24%). La cessazione progressiva prevista entro il mese di dicembre 2017 della commessa Atac comporterà un’ulteriore riduzione di addetti (la specifica procedura mobilità interessa 398 addetti) con un organico stimato al 31 dicembre 2017 di 3300-3400 unità con uno scostamento pari a circa il 20%”. È quanto scritto in una lettera firmata dall’ad di Multiservizi Rossana Trenti e indirizzata al dg di Ama Stefano Bina. La lettera è stata divulgata nel corso della odierna commissione Trasparenza presieduta da Marco Palumbo (Pd) in cui è stato audito proprio Bina sulla questione Multiservizi.

I 400 lavoratori che verranno licenziati da Roma Multiservizi

Nella lettera di Multiservizi si sottolineano tra le altre cose “le principali commesse cessate e cessanti”; “la generale crisi economica e del settore” e le “scarse prospettive di ripresa nel medio lungo periodo” che hanno reso imprescindibile l’esigenza di riorganizzazione del personale”. “Avevamo convocato la commissione trasparenza per avere chiarimenti su 25 lettere di esuberi agli impiegati di Multiservizi – spiega Palumbo -, ma abbiamo scoperto che a rischio ci sono quasi 400 posti di lavoro come scritto nella nota che l’amministratore delegato Trenti ha inviato a Bina. Senza un indirizzo chiaro della maggioranza capitolina su questa vicenda la situazione si sta incancrenendo con disastri a livello occupazionale”.
virginia raggi roma multiservizi
La vicenda della Roma Multiservizi è la dimostrazione che la politica è soprattutto ipocrisia. Questo video che mette insieme alcune dichiarazioni di Virginia Raggi e altre di Marcello De Vito a.

I lavoratori di Roma Multiservizi hanno ripetutamente protestato in questi anni durante i consigli comunali e hanno subito anche le espulsioni dall’Aula, soprattutto dopo che l’amministrazione aveva promesso con Paola Muraro l’internalizzazione dei lavoratori e poi se l’è rimangiata. Roma Multiservizi è l’emblema di cosa succede quando le promesse della politica si vanno a scontrare con la realtà. E non è un bello spettacolo.

Leggi sull’argomento: Il M5S Roma e la brutta fine che potrebbe fare Roma Multiservizi