Attualità

L’uomo che aggredisce due agenti al grido di Allah Akbar a Torino

allah akbar torino

“A Torino un uomo, verosimilmente straniero, ha aggredito due poliziotti colpendoli con una sbarra di ferro mentre urlava ‘Allah Akbar’. Portato in questura, ha gridato insulti contro il presidente Mattarella e il sottoscritto”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini, che aggiunge: “Uno dei poliziotti è stato ferito alla testa, l’altro alla mano. A loro vanno il nostro grazie e il nostro augurio di pronta guarigione: sto seguendo personalmente la vicenda. Nessuna tolleranza per balordi e violenti che attaccano le forze dell’ordine”, conclude il ministro. Il fatto è accaduto in via Cuneo, all’altezza di alcuni capannoni usati da Esselunga come deposito.

L’uomo che aggredisce due agenti al grido di Allah Akbar a Torino

L’aggressore è stato fermato. Nei suoi confronti, informa la Questura di Torino, sono in corso le attività necessarie all’identificazione. L’uomo è un cittadino del Senegal di 26 anni. Secondo quanto si apprende da fonti del Viminale, a suo carico sono emersi due provvedimenti di espulsione, uno del questore di Cuneo e l’altro del questore di Torino.

Il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, è solidale con i due poliziotti aggrediti oggi a Torino. “Con gli auguri di una pronta guarigione – afferma in una nota – esprimo a loro la mia solidarietà e il ringraziamento, insieme con tutte le forze dell’ordine, per l’attività di vigilanza svolta anche durante la festività pasquale”.

Leggi anche: I 40mila euro bruciati nel forno per colpa dello strudel