Economia

Tutti gli aiuti delle università agli studenti

Con i soldi tanti atenei hanno già portato la soglia della no tax area a 20mila euro (e altri sono in procinto di deliberarla). Ma non  mancano le università che già erano oltre oppurehanno scelto adesso di andarci: Cagliari, Firenze, Parma, Pavia, Messina, Palermo, Pisa (che prevede anche uno sconto del 20% fino a mila euro di Isee),  il Politecnico di Torino, La Sapienza,Tor Vergata,
Roma Tre, Udine, Verona

università per trovare lavoro 1

Il Sole 24 Ore riepiloga oggi tutti gli aiuti delle università agli studenti in una tabella che riproduciamo solo parzialmente. Le linee di intervento scelte dal ministro Manfredi sono sostanzialmente due: 165 milioni (più 8 milioni per le Accademie e i Conservatori) servono a ridurre le tasse e aumentare le borse di studio; 62 milioni incrementano la dote emergenziale per università, Afam ed enti di ricerca prevista a marzo dal Dl ”Cura Italia” (50 milioni, ndr) portandola a 112 milioni.

E se la prima gamba si era già mossa – grazie al decreto attuativo 234 del 2020 che consente agli atenei di portare la no tax area da 13 a 20mila euro e di introdurre sconti dal 10 all’80% fino a 30mila euro di Isee – adesso anche la seconda può farlo. Con un Dm appena firmato il titolare dell’Università ha deciso la ripartizione dei 112 milioni stanziati tra marzo e luglio. Di questi, 75 sono destinati alle università statali e 7 alle non statali. Soffermandoci sui primi, il provvedimento a firma di Manfredi ricorda che 30 milioni (più 3 nelle private) servono per mettere in sicurezza le sedi mentre gli altri 45 vanno alla riduzione del digital divide che questi mesi di didattica online ha reso ancora più evidente. Una parte (20 miloni) per misure rivolte agli studenti, l’altra (25 milioni) per gli investimenti degli atenei. Con una clausola di salvaguardia che fissa a novembre 2020 il monitoraggio delle spese effettuate a consente al ministero di recuperare e redistribuire i fondi eventualmente rimasti in cassa.

aiuti università studenti
La tabella con gli aiuti delle università agli studenti – Riproduzione parziale (Il Sole 24 Ore, 27 luglio 2020)

Con i soldi tanti atenei hanno già portato la soglia della no tax area a 20mila euro (e altri sono in procinto di deliberarla). Ma non  mancano le università che già erano oltre oppurehanno scelto adesso di andarci: Cagliari, Firenze, Parma, Pavia, Messina, Palermo, Pisa (che prevede anche uno sconto del 20% fino a mila euro di Isee),  il Politecnico di Torino, La Sapienza,Tor Vergata,
Roma Tre, Udine, Verona. In abbinata molte realtà accademiche propongono sconti per studenti meritevoli basati sul voto di diploma (da 94 in su) o, per chi è già iscritto, sul numero di crediti
maturati. E non mancano alcuni casi di bonus famiglia – più o meno cospicui se gli iscritti nello stesso nucleo familiare sono più d’uno – e i fondi anti-emergenza istituiti per l’occasione.

Leggi anche: Decreto Agosto: stop aiuti alle Partite IVA e ai co.co.co.