Attualità

Sgarbi e lo “spot” sessista per i turisti: “A Giulianova non manca la gnocca” | VIDEO

Durissima la risposta dell’opposizione al sindaco. Il consiglio comunale di Giulianova non offre nessuno sconto al primo cittadino Costantini, accusato di mettere in imbarazzo tutta la città

Sgarbi

Il video di Vittorio Sgarbi con il sindaco di Giulianova ha sollevato un gran polverone, nelle immagini l’ex deputato forzista ha invitato i turisti a visitare la cittadina abruzzese con alcune battute a sfondo sessuale. Non c’è voluto molto prima che le immagini postate sul profilo del primo cittadino Jwan Costantini diventassero virali e conseguentemente venissero contestate dai tanti utenti, uomini e donne. In molti hanno ritenuto offensive le parole che Vittorio Sgarbi ha rivolto verso le donne, “Avendo delle fidanzate ad Ascoli e a Teramo, passavo per Giulianova, riprendevo le forze e andavo – dice Sgarbi nel video -. Ho lasciato un’eredità anche al sindaco che è un forte appassionato di questa visione”. Dice Sgarbi, senza curarsi delle reazioni che avrebbero potuto scatenare queste sue parole.

Bufera sul video di Sgarbi in cui invita i turisti a Giulianova, “Quello che non manca è la gnocca”. Video rimosso e scuse del sindaco

Il sindaco resosi conto dell’impopolarità delle parole del critico d’arte ha subito rimosso il video, prima di chiedere scusa ai tanti concittadini che si erano sentiti offesi dalle immagini. “Se qualcuno si è sentito offeso sono certo che il Prof. Sgarbi Sarà pronto a chiedere scusa – scrive Costantini su Facebook – io dal mio canto ho già rimosso il video visto che qualcuno si è sentito offeso”.

Subito i consiglieri di centrosinistra erano insorti, tuonando contro il primo cittadino. Dalla pagina del Cittadino Giovernante, lista civica che occupa gli scranni dell’opposizione hanno stigmatizzato l’atteggiamento di Costantini “Sindaco Costantini, con questi tuoi atteggiamenti sessisti e per niente istituzionali metti in imbarazzo Giulianova e il mondo delle donne! –  scrivono nel post – Noi siamo indignati e tu dovresti vergognarti almeno un po’. Quotidianamente le donne subiscono discriminazioni che derivano anche da frasi retrograde come quelle che tanto ti fanno sghignazzare nel video”.

Anche la conferenza donne democratiche di Teramo ha commentato le immagini, “Che figura meschina quella dell’ex europarlamentare Vittorio Sgarbi ed oltremodo “penoso” l’atteggiamento del sindaco Costantini che ride compiaciuto dinanzi alle parole offensive e denigratorie rivolte alle donne della provincia di Teramo – scrive la Conferenza Donne Democratiche della provincia di Teramo -. Nessuna battuta e nessuna superficialità  è ammissibile a tale classe politica che invece di dare l’esempio con un comportamento integro e moralmente elevato, riesce a dare il peggio del peggio della bassezza morale condita da una volgarità crassa di quarta serie.”