Economia

Reddito di cittadinanza, no spese sul web

reddito di cittadinanza disabili caregiver class action - 1

Usare la carta per il reddito di cittadinanza per fare acquisti sul web potrebbe mettere nei guai i percettori del sussidio. Italia Oggi illustra  il decreto a firma del ministro del lavoro e di quello dell’economia, prot. n. 1161/2019, pubblicato ieri nella sezione pubblicità legale del sito del Ministero del lavoro.

Il provvedimento, che disciplina le modalità di uso del reddito di cittadinanza, lascia invece invariati i limiti mensili di prelievo di contante (100 euro, da adeguare in caso di nuclei familiari con più di una persona) e la possibilità di fare un bonifico mensile per pagare il canone di locazione (massimo 280 euro mensili) o la rata di mutuo (massimo euro 150) della casa di abitazione. […]

Il decreto, ancora, stabilisce che il gestore del servizio (le Poste) è tenuto a inibire anche l’uso della Carta RdC all’estero e per gli acquisiti online o mediante servizi di direct-marketing. Nessuna novità prevede, invece, circa l’utilizzo per prelievi e per bonifici, lasciando le regole fissate dal dl n. 4/2019. Ai sensi delle quali è possibile fare prelievi di contante entro un limite mensile di 100 euro per singolo individuo, da adeguare con la scala di equivalenza nell’ipotesi di nuclei familiari con più di un componente.

reddito di cittadinanza spese
Reddito di cittadinanza, gli acquisti censurati (Italia Oggi, 29 maggio 2019)

Ad esempio, se oltre al richiedente ci sono altre due persone maggiorenni, il prelievo massimo mensile possibile è di 180 euro, ossia 100 euro moltiplicato il coeffi ciente 1,8 (parametri scala equivalenza = primo componente: 1; ogni componente maggiorenne: 0,4; ogni componente minorenne: 0,2; valore massimo: 2,1 elevato a 2,2 in caso di nucleo con componenti in condizione di disabilità grave o con autosuffi cienza come defi nita ai fi ni Isee).

Leggi anche: La nuova accusa per Lara Comi: truffa all’Europarlamento