Attualità

L’«abbordaggio» del comitato No Grandi Navi alla MSC Musica

abbordaggio comitato no grandi navi

Una ventina di imbarcazioni a remi per una regata lungo il Canale della Giudecca, al centro del quale sono state poste alcune installazioni galleggianti con palloncini e finte ‘mine’. Sono questi gli elementi principali della nuova manifestazione del Comitato No Grandi Navi, che si è svolto a Venezia.

L’«abbordaggio» del comitato No Grandi Navi alla MSC Musica

Il presidio della manifestazione è stato posto lungo le Zattere, con alcuni gazebo informativi e che diffondono musica. Sempre sulla fondamenta sono stati allestiti ormeggi galleggianti e punti di ristoro. Le ‘mine’ e i palloncini simboleggiano gli ‘ostacoli’ che i manifestanti vogliono opporre alle Grandi imbarcazioni da crociera, delle quali cui tuttavia nel pomeriggio non è previsto il passaggio nel canale. L’iniziativa di oggi chiude una due giorni organizzata dai comitati ‘del no’ che ieri ha tenuto un’assemblea ai Magazzini del Sale, cui hanno preso parte circa 300 persone in rappresentanza di vari gruppi che si oppongono a Grandi opere a livello nazionale.

La “Msc Musica”, uscita dal terminal passeggeri del porto verso la Bocca di porto del Lido, è stata “abbordata” con fumogeni, qualche petardo e uova. Le piccole imbarcazioni si sono affiancate al grande scafo, controllate dalla polizia. Nella zona della Giudecca fino alle Zattere si sono riunite una cinquantina imbarcazioni, che attendono le Navi da crociera per altre azioni di disturbo.

Leggi sull’argomento: Il ragazzo ucciso per errore da un cacciatore ad Apricale