Attualità

Il CTS e le mascherine da imporre alle scuole elementari

In base al documento del Comitato tecnico-scientifico, il distanziamento di un metro tra gli studenti e tra tutti coloro che entrano in una scuola resta obbligatorio così come resta obbligatorio l’uso della mascherina sopra i 6 anni di età. Sulla mascherina però il Cts si riserva di dare aggiornamenti soprattutto per i bambini della scuola primaria

quando riapre la scuola a settembre cosa è obbligatorio a scuola a settembre mascherine

Sarà il Comitato Tecnico Scientifico a valutare, a ridosso delle riaperture di settembre, l’obbligo di fare indossare le mascherine a scuola a partire dalle elementari. Lo scrive oggi il Messaggero che racconta anche di proteste in piazza, vertici e incontri fiume: oggi, dopo giornate convulse, il governo scioglierà le riserve sulle linee guida per rientrare in classe a settembre. E la scuola saprà, finalmente, come e quando riaprirà.

Oggi infatti, durante la Conferenza Stato-Regioni, si dovrebbe arrivare all’approvazione delle nuove linee. E così, fermo restando il distanziamento di un metro fra i banchi, le novità introdotte con la mediazione dei ministri Francesco Boccia e Roberto Speranza riguardano l’utilizzo della mascherina, la segnalazione dei rischi negli edifici attraverso un “cruscotto”, un monitoraggio puntuale svolto tramite una cabina di regia ad hoc e una organizzazione che interessi anche i trasporti.

Sulla didattica a distanza, possibile solo alle superiori a metà con la didattica in presenza, le Regioni hanno chiesto che, qualora non si riuscisse a raggiungere gli studenti, tutta la classe torni in aula. Se l’ok definitivo dovesse arrivare oggi, dal 1° luglio si programmerà l’avvio del nuovo anno scolastico. Altrimenti sarebbe davvero troppo tardi, per farsi trovare pronti il 1°settembre.

cts mascherine elementari

E le regole?

In base al documento del Comitato tecnico-scientifico, il distanziamento di un metro tra gli studenti e tra tutti coloro che entrano in una scuola resta obbligatorio così come resta obbligatorio l’uso della mascherina sopra i 6 anni di età. Sulla mascherina però il Cts si riserva di dare aggiornamenti soprattutto per i bambini della scuola primaria, nelle prossime settimane.

Una delle richieste arrivate con forza dalle Regioni riguarda la didattica a distanza, prevista come possibile risorsa per il prossimo anno esclusivamente per le scuole superiori a metà con la didattica in presenza: qualora anche solo uno studente non fosse nelle condizioni di seguire lezioni da remoto, tutta la classe tornerebbe in aula. Sempre che le condizioni sanitarie non vietino il rientro in classe per tutti.

Leggi anche: L’Italia rischia nuove chiusure?