Attualità

Manifestazione a Roma: i negazionisti hanno bisogno di un medico!

L’ironia della sorte: alla manifestazione a Roma dei negazionisti qualcuno si sente male e la dottoressa che parla sul palco viene bruscamente interrotta

manifestazione roma negazionisti oggi

L’ironia della sorte: alla manifestazione a Roma dei negazionisti qualcuno si sente male e la dottoressa che parla sul palco viene bruscamente interrotta. “Scusate non mancheranno, un medico per cortesia si rechi qua dietro sopra, c’è bisogno di un medico ce ne sarà più di uno”

La persona che parlava era in piena verve oratoria: stava spiegando che i politici ci iniettano i vaccini (che contengono un microchip) e stanno diffondendo il 5G “per rimbambirci”. Il motivo? “Si stanno cagando sotto” perché il polo magnetico terrestre si sta invertendo. Secondo le fonti della signora avverrà in due, massimo tre anni. Non è l’unica affermazione curiosa che si è sentita: “Noi non siamo negazionisti né terrapiattisti, siamo ‘risveglisti’. Noi neghiamo il virus per come ci è stato raccontato, che è servito ad atterrirci, la strategia del terrore che ha chiuso tante persone in casa in attesa che si aggravassero per poi portarle in ospedale a morire”. Hanno spiegato sul palco alcuni degli organizzatori della manifestazione ‘risveglista’ alla Bocca della verità. Che poi hanno attaccato: “Le persone al governo hanno condannato le persone a morire, di questi crimini risponderanno davanti a una nuova Norimberga. Siete degli assassini. Nel vaccino c’è acqua di fogna, come voi, perché siete fogna”. Alla manifestazione di Roma erano appena in 1.500 secondo fonti della questura di Roma. Tanto rumore per nulla.

Leggi anche: La gaffe di Conte e i 135mila morti di Coronavirus