Attualità

Macerata, gli spari in via Spalato e in corso Cairoli

macerata sparatoria arresto

Sparatoria in pieno centro stamane a Macerata. Alcune persone sono rimaste ferite. Sette feriti di cui quattro gravi, pare, ma al momento dalla questura non arrivano conferme. Sembra che i colpi d’arma da fuoco siano partiti da un’auto in corsa. Sul posto sono intervenuti in forze polizia e carabinieri. Sette i feriti segnalati, di cui uno in corso Cairoli vicino alla pasticceria Monachesi, uno nei pressi della stazione.

L’uomo alla guida è stato fermato dalle forze dell’ordine nella provincia di Macerata a Pollenza. Il presunto responsabile delle sparatorie segnalate oggi a Macerata è stato bloccato in piazza della Vittoria, dinanzi al Monumento ai Caduti. Alla vista degli agenti è fuggito a piedi verso la gradinata del monumento, gettando via alcuni indumenti, poi è stato preso. La pistola l’aveva lasciata in macchina. “L’uomo è stato catturato pochi minuti fa, l’allarme è cessato”, dice il sindaco. L’uomo fermato è un italiano residente in città. Quando è stato bloccato aveva bandiera italiana sulle spalle. E’ sceso dall’auto, si è tolto il giubbetto, ha indossato una bandiera tricolore sulle spalle, salendo sui gradini del Monumento. Si è poi girato verso la piazza, ha fatto il saluto fascista.Poi sono arrivati i carabinieri e non ha opposto resistenza, come scrive l’ANSA. A bordo dell’auto la pistola, una tuta mimetica, sul cruscotto piume bianche, appunti a penna e bottiglie d’acqua. E’ alto circa 1,80, fisico atletico, calvo.

piazza della vittoria macerata

Macerata, gli spari in via Spalato e in corso Cairoli

Spari anche in via dei Velini e via Spalato, zone toccate dalle indagini per il caso di Pamela Mastropietro. Alcuni colpi hanno raggiunto un uomo di colore. Posti di blocco in tutta la città: a Macerata è caccia all’auto scura da cui sono stati esplosi diversi colpi d’arma da fuoco sui passanti.

macerata spari

I colpi sono partiti da un’Alfa Romeo 147 nera, con a bordo due persone dalla pelle chiara. L’auto si sta spostando per le vie della città. Gli investigatori stanno vagliando le immagini delle telecamere delle zone interessate dalle sparatorie anche per capire la dinamica e le motivazioni del gesto. Alcuni tweet segnalano questa foto come quella dlla persona che sarebbe stata catturata.

Il sindaco di Macerata Romano Carancini ha scritto su Facebook: «Restate tutti in casa fino a nuova comunicazione. C’è un uomo armato in auto che sta sparando in città. Abbiamo fermato il trasporto pubblico. Abbiamo chiesto alle scuole di tenere i bambini all’interno fino a nuova comunicazione. Si consiglia di non muoversi per andare a prenderli fino a nuova comunicazione».

Gli spari in via Spalato e corso Cairoli a Macerata

Il sindaco è intervenuto in un messaggio inviato via telefono chiedendo a tutti di restare in posti protetti perché in città “gira uno squilibrato che spara”. “Vi prego di avvertire tutte le persone che potete avvertire restando in luoghi chiusi”. Altri colpi sono stati sparati a due ragazzi di colore davanti a un supermercato. 

I colpi sono partiti da una pistola calibro 9. A bordo dell’auto ci sono due persone dalla pelle chiara. Sono stati colpiti alcuni cittadini stranieri.

Terrore tra la popolazione residente e i commercianti, che si sono barricati in casa o nei negozi presi di mira. In corso una caccia all’uomo. Via Spalato èquella in cui risiedeva prima di finire in carcere il nigeriano 29 enne e spacciatore accusato dell’omicidio della 18enne romana Pamela Mastropietro. Non è chiaro se la vicenda e le sparatorie di oggi a Macerata sono collegate. “Per ragioni di sicurezza tutti gli studenti resteranno a scuola e gli autobus del servizio trasporto pubblico fermi”, segnala il Comune.


Secondo alcuni testimoni, l’Alfa Romeo Nera da cui sono stati sparati i colpi a Macerata si è diretto verso via dell’Industria e verso Casette Verdini, nei pressi di Pollenza, sul cui territorio è stato trovato il corpo smembrato di Pamela Mastropietro, chiuso in due trolley. Aveva una pistola ed era solo in macchina l’uomo che ha fatto fuoco sui passanti a Macerata, ferendo sei persone, tutti migranti extracomunitari. L’uomo è stato fermato dalle forze dell’ordine al termine di una caccia all’uomo per le vie della città. Si indaga sulle motivazioni all’origine del gesto, non è escluso che l’accaduto sia in qualche modo legato alla vicenda di Pamela Mastropietro, la ragazza uccisa nei giorni scorsi a Macerata.