Attualità

Le palme di piazza Duomo bruciate

palme bruciate

Tre palme tra quelle che sono state appena piantate nei giorni scorsi in Piazza Duomo a Milano sono state parzialmente bruciate, una più delle altre, la notte scorsa. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia Locale che hanno acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza per identificare i vandali. Secondo una prima ricostruzione, l’episodio si sarebbe verificato dopo la mezzanotte in quanto prima sono presenti in Duomo i controlli fissi di Polizia e Carabinieri.

Le palme di piazza Duomo bruciate

Non c’è stato bisogno dell’intervento dei Vigili del fuoco per spegnere il principio d’incendio sviluppatosi sulle piante. Nessuna segnalazione infatti è arrivata nella notte anche alla Polizia Locale o ad altre forze dell’ordine ed è quindi probabile che le scintille in particolare su una palma si siano esaurite da sole. La polizia locale sta visionando le immagini di due telecamere per risalire agli autori del gesto stigmatizzato dall’assessore comunale all’Urbanistica, Verde e Agricoltura Pierfrancesco Maran, che stamattina ha fatto un sopralluogo in Piazza Duomo. “Stanotte – ha detto Maran – qualcuno ha cercato di bruciare alcune palme danneggiandone in particolare una. È un gesto vile e le forze dell’ordine sono al lavoro per individuare i responsabili Gli imbecilli però perdono sempre, e l’effetto sarà che i milanesi ci si affezioneranno ancora di più alle piante. Nel frattempo il via vai continuo di turisti, curiosi che fotografano le palme non si interrompe”. Giusto ieri si era registrata una severa presa di posizione di Casapound contro la vegetazione: era stato esposto uno striscione dai militanti di Casapound Italia Milano durante un blitz davanti ai filari di palme in via di installazione in Piazza Duomo, con la sponsorizzazione di Starbucks.
casapound piazza duomo
La pagina Facebook del Comune di Milano qualche tempo fa ha postato una foto dell’archivio Alinari dove si vedono le piazze in piazza Duomo; non solo Starbucks ha vinto un bando indetto dal Comune di Milano ma la nuova sistemazione ha ricevuto il benestare della Soprintendenza. Inoltre, ma sarebbe bastato leggere la nota stampa per scoprirlo, l’installazione non è permanente ma rimarrà in piazza solo per tre anni. Difficile che in quel lasso di tempo tutta l’Africa venga attirata dal sublime aroma di piante esotiche e decida di trasferirsi in centro a Milano. Il tutto senza contare che già oggi, numerosi giardini storici privati milanesi sono adornati con piante di origine esotica. I 24 carpini e i 9 clerodendri fatti piantare dalla giunta Pisapia e che attualmente adornano l’aiula di piazza Duomo saranno invece spostati in altri parchi cittadini.

Leggi sull’argomento: Sapessi com’è strano vedere le palme in piazza Duomo a Milano