Attualità

Le «buone notizie» che ci regala Virginia Raggi

neXt quotidiano|

virginia raggi galleria giovanni xxiii

La pagina facebook di Virginia Raggi la definisce una “buona notizia”: ha risolto il problema dei rifiuti in città? Ha risolto il problema dei trasporti in città? No, la buona notizia secondo la sindaca è che la Galleria Giovanni XXIII, arteria fondamentale nel quadrante nord ovest di Roma, per la prima volta verrà “riqualificata”: sarà rifatto l’asfalto in tutto il tratto di 3 km e si migliorerà la visibilità. Questo significa che rimarrà chiusa per un bel po’. 

Si tratta di un lavoro mai fatto prima, da quando la galleria è stata inaugurata nel 2004. Il primo intervento inizierà il 20 gennaio con la chiusura completa della “canna nord” in direzione Pineta Sacchetti.

Saranno ripristinate le barriere di sicurezza danneggiate, puliti e sostituiti i panneli interni con l’obiettivo di potenziare l’illuminazione a led. Sarà riqualificata, anche, la segnaletica orizzontale e verticale per rendere ancora più visibili gli svincoli per gli automobilisti all’interno della galleria. Sarà effettuata una verifica di tutto il sistema di smaltimento dell’acqua delle piogge.

I lavori nella prima parte avranno una durata di 75 giorni circa. Abbiamo scelto di chiudere a fasi alterne i due tratti per velocizzare le operazioni e già in questi giorni stiamo preparando dei cartelli informativi. I pannelli saranno visibili a partire dall’uscita della Tangenziale Est di via Salaria in avvicinamento alla galleria.

Successivamente, sarà realizzato il tratto della “canna sud” in direzione Stadio Olimpico-Salaria.

virginia raggi galleria giovanni xxiii

Con la solita tecnica del lavaggio del cervello l’ufficio stampa & propaganda dell’Istituto Luce del Campidoglio spiega che la “buona notizia” è che si faccia una manutenzione programmata che creerà, ovviamente, importanti disagi al traffico cittadino. Intanto Roma è diventata una discarica a cielo aperto per la Befana. Avanti così!

Leggi anche: Come Roma è diventata una discarica