Attualità

Il pogrom contro i Rom a Roma dopo l'omicidio stradale in via Mattia Battistini

Una Lancia Lybra lanciata a velocità insensata ha falciato alcune persone alla fermata dell’autobus in via Mattia Battistini a Roma, uccidendo sul colpo una donna filippina di 44 anni. A terra sono rimaste altre quattro persone, tra urla e sangue sull’asfalto. La macchina pirata, inseguita da una volante della polizia che le aveva intimato l’alt poco prima, ha proseguito la corsa e investito altre due donne in motorino e un’altra a piedi. I tre a bordo della vettura hanno poi abbandonato l’auto e due di loro sono fuggiti a piedi, con gli agenti alle calcagna. Una delle occupanti dell’auto, che non era alla guida, è stata catturata: si tratta di una ragazza di 17 anni ritrovata nel campo rom della Monachina; gli altri due sono ancora latitanti, ma il magistrato indaga per omicidio volontario. Questi i fatti. Il dettaglio è che nonostante la Lancia Lybra possa portare al massimo quattro o cinque persone, la notizia diventa la scusa per invocare l’ennesimo Pogrom contro tutti i rom.
 
IL POGROM CONTRO I ROM DOPO L’OMICIDIO STRADALE IN VIA MATTIA BATTISTINI
La questione parte dai mass media per continuare con i politici che sfruttano l’episodio per fare campagna elettorale, fino a chi chiede la soluzione finale nei confronti di stranieri e immigrati, che ci sta sempre bene e va sempre di moda. Il Mattino, ad esempio, lanciando l’articolo su Twitter lo presenta così:
rom roma mattia battistini
Non risulta che, quando accade un fatto di sangue a Napoli, il Mattino si dia la briga di parlare di “assassini napoletani”. Il Tempo di Roma va oltre, e riesce a scoprire che le automobili si guidano in tre, e ad accusare gli “zingari in fuga”.
rom roma mattia battistini 1
 
Mentre il famoso quotidiano di sinistra Repubblica fa parlare la vox populi, che dice che la soluzione è “ucciderli tutti”.
rom mattia battistini 1
Gli occupanti dell’auto, due uomini e una donna — Maddalena H., 17 anni, parente del proprietario della Lybra — sono fuggiti senza guardarsi indietro. Sono arrivati in via di Montespaccato e hanno lasciato l’auto. L’unica a perdere tempo è stata proprio la diciassettenne bloccata dalla polizia e portata in commissariato. Ha anche tentato di reagire e un poliziotto si è fatto male a una gamba. La giovane è stata fermata per concorso in omicidio e lesioni gravissime. Per tutta la notte la polizia ha dato la caccia ai suoi complici, fuggiaschi nell’immenso sottobosco clandestino della Capitale, ma anche organizzato vigilanze nella dozzina di campi autorizzati della Capitale: c’è il timore di rappresaglie.
 
L’ALLEGRA DISCUSSIONE SU INTERNET
Nel frattempo l’allegra discussione su internet comnincia


Mentre Matteo Salvini torna a promettere “ruspa” “quando torneremo al governo”, ben sapendo che la memoria corta degli elettori non ricorda cosa successe quando erano al governo i leghisti.
salvini rom mattia battistini
 
Mentre il Tempo sguazza nella merda con il gusto tipico del maiale:
tempo rom mattia battistini
Perché si sa, i campi Rom per il Tempo sono un problema. Il Cara di Castelnuovo di Porto, invece, non lo è necessariamente: dipende da chi vince l’appalto. Infine c’è Giorgia Meloni:
mattia battistini giorgia meloni
E il pogrom è servito. Chissà perché, quando queste cose le fanno gli italiani, il cuoco invece è sempre in ritardo.
ubriaco romani

Leggi sull’argomento: Cosa succede se i mass media fanno affari sulla pelle dei rom