Attualità

Il palazzo crollato in rue d’Aubagne a Marsiglia

Un palazzo è crollato questa mattina in rue d’Aubagne nel 1er Arrondissiment alle 9,05 nel centro di Marsiglia: è quanto annunciano i media francesi precisando che ricerche sono in corso per trovare eventuali vittime o sopravvissuti. Due feriti sono stati estratti vivi dalle macerie. Secondo BFMTV gli edifici adiacenti erano due di tre piani ciascuno. I due edifici crollati si trovavano rispettivamente al numero civico 63 e al numero civico 65 della rue d’Aubagne. Secondo i pompieri, c’è ora il rischio di crollo anche per il civico 67.

palazzo crollato rue d'aubagne marsiglia
Foto da: @DavidLaMars su Twitter

Secondo France 3 il collasso dell’edificio potrebbe essere stato causato da un’esplosione conseguente a una fuga di gas. Il palazzo aveva 4 piani e un totale di dodici appartamenti abitati. In un tweet, la prefettura della regione Provence-Alpes-Cote d’Azur precisa che l’edificio crollato si trovata in rue d’Aubagne, nel primo arrondissement di Marsiglia. Al momento, non si ha alcuna informazione sulle possibili vittime. Le autorità locali invitano la cittadinanza ad “evitare il settore” e a dare “priorità ai soccorsi”. Il vicesindaco di Marsiglia, Julien Ruas, ha riferito che uno degli edifici era stato dichiarato pericolante da una “decina di giorni”. In teoria, il palazzo non dovrebbe dunque essere abitato ma le ricerche continuano. Sul posto, tra i cumuli di detriti, è giunto anche il sindaco di Marsiglia, Jean-Paul Gaudin.

 

rue d'aubagne marsiglia

L’edificio, già fatiscente prima del dramma, è ora ridotto ad un ammasso di detriti. Sul posto, 18 veicoli dei soccorsi e 40 vigili del fuoco sono alla ricerca di eventuali vittime o altri superstiti. Una donna è uscita dal palazzo ricoperta di polvere ma indenne. Il sindaco Sabine Bernasconi ha indicato a BFMTV che gli edifici erano in pessimo stato e vi era stata un’ordinanza che ne dichiarava la pericolosità. Secondo un esponente del Comune, dieci giorni fa era stata firmata un’ordinanza per uno degli edifici che ne stabiliva la pericolosità. I due edifici nel quartiere popolare di Noailles, di quattro e cinque piani, erano molto vecchi. Intanto una palazzina di tre piani, adiacente a quella già collassata intorno alle nove di questa mattina, è crollata a sua volta, e secondo i pompieri sul posto c’è anche un terzo edificio a rischio. Secondo un’ipotesi dei media francesi, la pioggia degli ultimi giorni potrebbe aver reso più vulnerabili le strutture, già fatiscenti, del quartiere Noailles, nel cuore della città.

Leggi sull’argomento: Confcommercio, le accuse a Carlo Sangalli