Economia

Il condono sulle mini-cartelle Equitalia

condono mini cartelle equitalia

Nella bozza del decreto fiscale che sarà esaminato lunedì dal Consiglio dei ministri si prevede la possibilità di definire solo i vecchi ruoli «sotto i 1000 euro». In attesa della pace fiscale promessa dalla Lega e delle decisioni sulla soglia a un milione, cinquecentomila o duecentomila euro, arriva il saldo e stralcio dei mini debiti fiscali. Nella bozza del decreto il provvedimento si trova insieme a una terza edizione della rottamazione delle cartelle Equitalia, quelle emesse in tutto il 2017, e ad altre misure annunciate, come la definizione delle controversie tributarie, delle liti pendenti e la nuova dichiarazione integrativa speciale. Il saldo e stralcio riguarderà le cartelle emesse dalla riscossione tra l’anno 2000 e il 2010, e solo quelle con un importo complessivo inferiore a mille euro. Dovrebbero essere definite con il pagamento di uno sconto molto forte, che tuttavia deve ancora essere determinato.

condono cartelle equitalia 1000 euro

Il Sole 24 Ore poi segnala che tra le novità dell’ultima ora compare la definizione agevolata della cartelle doganali, fino ad oggi esclusa dalle precedenti rottamazioni. Con il pagamento integrale dei tributi propri dell’Unione europea come dazi e Iva all’importazione potranno essere rottamate le cartelle affidate alla riscossione fino dal 2000 al 2017 con una sanatoria integrale delle sanzioni e uno sconto parziale sugli interessi moratori. Con un’adesione al 20% si stima un recupero di gettito di 187 milioni se le adesioni arrivassero al 50% dei soggetti interessati il gettito crescerebbe fino a 467 milioni.

Leggi sull’argomento: La batosta sui conti pubblici provocata dal governo