Attualità

Il video delle violenze su Giulia Jasmine Schiff dell’Accademia di Pozzuoli

Nel filmato si vede la Schiff che viene colpita con un frustino sul sedere a più occasioni mentre grida, (gli altri ridono e incitano a colpire più forte), portata in spalla e infine la sua testa viene ripetutamente sbattuta contro quella che sembra l’ala di un velivolo, prima di essere buttata – innocuamente! – in piscina

giulia jasmine schiff

L’ex capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Leonardo Tricarico ieri ha parlato della denuncia di Giulia Jasmine Schiff su frustate, botte, testate ricevute in un cosiddetto rito iniziatico documentato con video e fotografie a Latina mentre frequentava l’Accademia militare di Pozzuoli: «Il bagno nella fontana è un rito al quale non sono sfuggito nemmeno io. Una consuetudine goliardica assolutamente innocua». Lo stesso argomento usato un po’ ovunque (su Twitter e nei commenti agli articoli sulla vicenda) per sminuire l’accaduto.

Il video delle violenze su Giulia Jasmine Schiff dell’Accademia di Pozzuoli

Che sia “innocua” la pratica Tricarico dovrebbe spiegarlo ai medici che hanno curato le ferite di Giulia Schiff dopo la serata: in particolare ci sono quattro foto delle ferite subite il 7 aprile, durante la «consuetudine goliardica» che avrebbe dovuto suggellare una giornata di festa per aver superato la prova conclusiva del volo da solista. In più, la Schiff denuncia di aver subito mobbing dopo la serata quando ha mostrato di non aver gradito le attenzioni dei commilitoni, un mobbing che l’ha portata a ricevere lettere di richiamo anche per aver mangiato una pesca in un’area distante un metro dal luogo in cui era autorizzata a mangiare, ma  non c’è dubbio che spunterà qualcuno pronto a giurare che alla fine pure questo è normale: una volta militare, sveglione per sempre.

In ogni caso ieri Federica Sciarelli a Chi l’ha visto ha mostrato uno dei video che sono agli atti della denuncia che la procura militare di Roma ha ritenuto fondata: nella scena si vede la Schiff che viene colpita con un frustino sul sedere a più occasioni mentre grida, (gli altri ridono e incitano a colpire più forte), portata in spalla e infine la sua testa viene ripetutamente sbattuta contro quella che sembra l’ala di un velivolo, prima di essere buttata – innocuamente! – in piscina.

Le punizioni per aver denunciato

Il generale Tricarico e il commentatore onnisciente su Twitter (il commentatore onnisciente è la versione internet del “narratore onnisciente” e consiste di solito in un tizio che usa il nickname di un cartone animato e interviene in un dibattito sui militari dicendo che è stato lui stesso militare e quindi parla per esperienza, poi interviene in un dibattito sul crollo di un ponte e dice di essere lui stesso ingegnere e quindi parla per esperienza, poi interviene in un dibattito sul calcio e ci informa che lui è sempre stato calciatore e quindi parla per esperienza e così via, fino a comprendere l’intero scibile delle attività umane isole comprese) dovrebbero poi spiegarci se tra le innocue tradizioni militari ci sia anche la cacciata di chi denuncia un comportamento che ritiene scorretto e se tutto questo non debba imbarazzare un paese che si dice democratico.

Giulia Jasmine Schiff

«L’aeronautica militare non ammette comportamenti in qualunque modo correlabili al fenomeno del nonnismo che condanna e persegue con fermezza», ha voluto replicare ieri intanto l’Aeronautica.

Leggi sull’argomento: Giulia Jasmine Schiff: le frustate, le botte e le testate all’allieva dell’Accademia di Pozzuoli