Attualità

Il focolaio alla Amadori di Controguerra in provincia di Teramo

@neXt quotidiano|

controguerra teramo amadori coronavirus

Ci sono 12 nuovi casi di positività al Covid-19 rilevati dalla Asl di Teramo dopo che una dipendente della Amadori di Controguerra era risultata contagiata dal virus: 8 sono suoi colleghi, 3 i parenti contagiati dalla donna a Martinsicuro. A renderlo noto è la stessa Asl, sottolineando di aver subito sottoposto a tampone i 47 dipendenti dell’azienda che erano stati di turno con la prima contagiata e i suoi familiari, rilevando così le altre 11 positività.

Il focolaio alla Amadori di Controguerra in provincia di Teramo

Domani il tampone sarà effettuato su tutti gli altri dipendenti della Amadori che nel frattempo, si legge sempre nella nota della Asl, ha già messo in atto tutte le procedure di isolamento e controllo delle persone risultate positive al tampone. L’Istituto Zooprofilattico di Teramo, considerata l’urgenza, resterà aperto anche nella giornata di domenica per poter eseguire le analisi. Sempre nel teramano, e nello specifico a Roseto degli Abruzzi, sono stati rilevati altri due casi di positività: si tratta di due turisti che avevano effettuato il tampone nella loro regione di provenienza, ma che erano poi partiti senza attenderne l’esito. Al momento, spiega la Asl di Teramo, sono stati trasportati al Reparto di Malattie Infettive dell’ospedale della città per essere visitati. Accertate le loro condizioni di salute, saranno trasferiti alla Rsa di Giulianova, già allestita da tempo per ospitare questa tipologia di pazienti. “Anche in questo caso- conclude la nota – il Sips e l’Ucat della Asl teramana stanno lavorando alacremente per tracciare i contatti e porre in essere tutti i controlli necessari”.

controguerra teramo amadori coronavirus

In Abruzzo, dall’inizio dell’emergenza, sono stati registrati 3474 casi positivi al Covid 19, 39 in più rispetto a ieri. Ventidue pazienti (+2 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale, uno (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 167 (+35 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Lo comunica il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute dell’Assessorato regionale alla Sanità. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 472 pazienti deceduti (invariato rispetto a ieri); 2812 dimessi/guariti, mentre gli attualmente positivi sono 190, con un aumento di 37 unità rispetto a ieri. Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 134268 test. Del totale dei casi positivi, 270 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+2 rispetto a ieri), 859 in provincia di Chieti (+1 rispetto a ieri), 1638 in provincia di Pescara (+3 rispetto a ieri), 643 in provincia di Teramo (+1 rispetto a ieri), 27 fuori regione e 37 per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza (+32 rispetto a ieri).

Leggi anche: I 183 nuovi contagi in Veneto