Attualità

La Costa Diadema a Piombino e i venti marinai con i sintomi del Coronavirus

I responsabili di Usmaf (il servizio sanitario marittimo) sono saliti a bordo della nave da crociera, che oggi ha attraccato nel porto toscano, per accertarsi delle condizioni di salute dell’equipaggio. Sono sette le navi da crociera bloccate nei porti italiani

costa diadema

Ci sono 7 navi da crociera fermate dal Coronavirus nei porti italiani con migliaia di persone a bordo, circa 5000, tra membri dell’equipaggio e passeggeri di cui dovrà essere effettuato lo sbarco. Fra queste è arrivata stamattina a Piombino la Costa Diadema, con a bordo venti soggetti che hanno i sintomi di SARS-COV-2 e di COVID-19, come dichiarato dal sindaco di Fratelli d’Italia Francesco Piccioni.

La Costa Diadema a Piombino e i venti passeggeri con i sintomi del Coronavirus

“Il momento più emozionante di questa lunga mattinata è stato quando abbiamo potuto distintamente avvertire le urla di gioia provenire dall’interno della Costa Diadema, un secondo dopo aver attraccato al porto di Piombino”, ha scritto su Facebook il primo cittadino pubblicando un video dell’attracco della Costa Diadema oggi nel porto toscano. “La grande nave da crociera – prosegue Ferrari – ha vagato per giorni nel Mediterraneo alla ricerca di uno sbarco continuamente negato. Piombino ha acconsentito all’attracco, risolvendo di fatto una criticità che era, non ho problemi ad affermarlo, una vergognosa offesa alla dignità di 1255 persone”.

piombino francesco ferrari
“Sono una ventina i soggetti” a bordo della Costa Diadema “che sembrano presentare la sintomatologia tipica del Covid 19 e terminati gli accertamenti del caso, chi necessiterà di ricovero sarà trasportato negli ospedali nazionali con percorsi sicuri e dedicati”, aggiunge Ferrari. I responsabili di Usmaf (il servizio sanitario marittimo) sono saliti a bordo della nave da crociera, che oggi ha attraccato nel porto toscano, per accertarsi delle condizioni di salute dell’equipaggio. “Il resto degli occupanti – conclude – sarà fatto sbarcare nei prossimi giorni: la potente macchina organizzativa della Protezione civile nazionale, che coordina tutti i soggetti coinvolti, è al lavoro per garantire la sicurezza sanitaria. Non ci sono possibilità di contatto né con la città né con i nostri concittadini, come da nuova assicurazione da parte del Governo, ribadita anche questa mattina”.

Le altre navi che non riescono a sbarcare

C’è poi la Costa Pacifica, che dapprima ha sbarcato 1400 passeggeri a Genova, poi altri 900 a Civitavecchia per poi approdare a La Spezia con 900 membri d’equipaggio che per ora rimangono a bordo. “I porti liguri sono piuttosto saturi, non certo per il posto in banchina, ma per l’eventuale gestione di casi di positività al coronavirus a terra – ha detto all’AGI l’assessore regionale alla Protezione civile, Giacomo Giampedrone – se ci saranno altre necessità, sarà il tavolo dell’emergenza nazionale a decidere come muoversi e valuteremo con attenzione le richieste che ci verranno fatte”. Al momento nei porti della regione stazionano 4 navi “attenzionate”, di cui 2 Costa Crociere e due Msc, con situazioni diverse a bordo. Per quanto riguarda Costa Luminosa, attraccata a Savona, “è terminato ieri lo sbarco di 49 membri dell’equipaggio positivi, trasferiti con percorsi protetti in una località alle porte di Firenze. Ad oggi restano 120 persone a bordo, sono tutte sane e la stessa nave verrà sanificata in giornata. Nel porto della Spezia vi e’ la Costa Pacifica che non ha avuto problemi, con 900 persone a bordo che però non è gestita da noi”. Diverso il caso per la Msc Opera con 166 persone a bordo: uno dei marittimi, le cui condizioni si erano aggravate, era stato trasferito all’ospedale Galliera, dove purtroppo è morto nelle scorse ore. A Savona invece nei giorni scorsi erano morti due passeggeri della Luminosa, un cittadino olandese e un iraniano. L’altra nave Msc attraccata a Genova, la Splendida, ha 1166 persone a bordo.

costa luminosa
La Costa Luminosa

A Civitavecchia vi sono poi la Msc Grandiosa e la Costa Victoria. La prima deve sbarcare 400 passeggeri per cui si pensa a un cordone sanitario, ma deve gestire anche 12 casi sospetti di Covid a bordo. La Victoria ha a bordo circa 700 persone di cui finora sono state sbarcate solo poche decine, nonostante l’accorato appello del comandante.

Leggi anche: I 229 crocieristi della Costa Luminosa (3 positivi) alloggiati a Roma all’insaputa della Regione Lazio