Economia

Come funzionerà il reddito di cittadinanza

reddito di cittadinanza

“Ogni cittadino che ha diritto al reddito potrà adoperare la propria tessera bancomat,e recarsi in un negozio. Poniamo che debba comprare del pane: gli basterà dare il bancomat al fornaio, che riconoscerà il codice della tesserina tramite un apposito software, e scalerà la cifra dell’acquisto. Non ci sarà alcuno scambio di denaro: il negoziante riavrà dallo Stato in giornata la cifra spesa dal singolo cittadino, come già avviene ora con i normali acquisti. E le banche di acquirente e venditore non avranno visionato nulla”. Laura Castelli del MoVimento 5 Stelle spiega così, in un articolo del Fatto Quotidiano, come funzionerà il reddito di cittadinanza, specificando che per i pagamenti che necessitano di bonifico bancario (ad esempio, il versamento dell’affitto di un immobile) si potranno utilizzare sistemi di pagamento tramite app (come lo smart payment). Insomma, sarà tutto telematico.

reddito di cittadinanza
Reddito di cittadinanza, la proposta M5S (Il Messaggero, 27 settembre 2018)

Secondo quanto scrive il Fatto nella platea dei percettori saranno compresi anche i possessori di una prima casa (probabilmente con una soglia ISEE allargata rispetto al reddito di inclusione che dovrebbe essere fissata a 9630 euro). Il governo sta valutando meccanismi che premino chi più spende (o penalizzino chi spende di meno). L’idea è far crescere del 4% il reddito di cittadinanza ogni qualvolta il beneficiario ne utilizzi – per acquisti tracciabili –almeno il 75 o l’80%. Oppure decurtare del 4% la somma erogata a chi ne spenda meno del 75%.

Leggi sull’argomento: L’ISEE e il reddito di cittadinanza