Economia

Come cambiano detrazioni e deduzioni

detrazioni irpef

Su detrazioni e deduzioni sono in arrivo novità importanti. Per quelli che guadagnano oltre 120mila euro a partire dalla dichiarazione dei redditi 2021, tutte le detrazioni fiscali al 19%, tranne quelle relative alle spese sanitarie e ai mutui sulla prima casa  saranno progressivamente ridotte fino a scomparire oltre i 240mila euro. Parliamo di appena lo 0,73% dei contribuenti (che tuttavia versano il 18% dell’Irpef netta), 302 mila persone. Spiega oggi il Corriere della Sera:

La manovra del prossimo anno prevede la prima sforbiciata effettiva alla giungla delle «spese fiscali» entrate nel mirino dal lontano 2011 e mai toccate. Tra sconti, agevolazioni, detrazioni,deduzioni e regimi speciali, accumula tesi nel corso degli anni, se ne contano ormai oltre 400. Tolte quelle principali, cioè le detrazioni sulle spese sanitarie, i figli a carico, le rendite catastali, quelle legate alla tipologia di reddito, e il bonus Renzi,valgono comunque, nel bilancio del 2020, la bellezza di 59,6 miliardi di euro.

Alcune riguardano decine di milioni di contribuenti, altre poche decine. La detrazione per il teleriscaldamento a biomasse è appannaggio di 213 cittadini, ma quella per le donazioni al Galliera di Genova è sfruttata da appena 19 italiani. La detrazione per il software tocca 13 farmacisti, e solo 12 cittadini detraggono i compensi arbitrali.

detrazioni deduzioni come cambiano ultime novità
Detrazioni e deduzioni, come cambiano (Corriere della Sera, 26 ottobre 2019)

La norma che rivede il sistema delle detrazioni deve essere scritta e dunque non c ’è una relazione tecnica che ne spiega gli effetti di gettito. Ma se si confermasse l’impostazione del provvedimento, il risparmio per il bilancio pubblico dovrebbe arrivare a circa 100 milioni di euro. Le detrazioni al 19%, escluse quelle relative a spese sanitarie e mutui prima casa, presentate nei redditi 2018 da chi sta oltre i 120mila euro ammontano in tutto a 250 milioni. Nella fascia tra 120 e 240mila euro, destinate a essere erose, ci sono 190 milioni di detrazioni. Quelle destinate a sparire, relative a chi dichiara oltre i 240mila euro, valgono 60 milioni.

Leggi anche: Il taglio delle detrazioni fiscali in arrivo