Attualità

Come ottenere dal Campidoglio il risarcimento per le buche

virginia raggi buche roma

Il Messaggero oggi pubblica un interessante vademecum per ottenere dal Campidoglio un risarcimento in caso di danni alle automobile a causa delle buche di Roma.

Regola numero uno: denunciare sempre l’incidente per poter aver in seguito un verbale dei vigili con il quale contestare la buca. L’estenuante istruttoria per richiedere il risarcimento del danno da buca comincia per strada quando magari l’auto dopo essere rimbalzata sulla buca è rimasta ferma perché sono saltati i semiassi o le sospensioni.

In quel momento si devono chiamare i vigili e si possono già scattare fotografie che attestino i danni. Le immagini poi andranno allegate alla denuncia. In tutti i casi ci deve essere un pubblico ufficiale che certifichi il danno. Se gli agenti di Roma capitale non arrivano, e soprattutto in caso di maltempo è molto probabile, bisogna recarsi personalmente in un commissariato o all’ufficio tecnico del Municipio.

Con la denuncia si può già inoltrare una richiesta ad Adir, Assicurazioni di Roma, che si occupa solo delle strade di diretta competenza del Comune. E si può sperare di ottenere una percentuale del rimborso richiesto, sempre che la pratica non sia rifiutata.

Se vigilanza e manutenzione del tratto di strada in cui si è verificato l’incidente sono affidate a una ditta esterna, l’iter è ancora più lungo poiché il Comune tira in ballo la ditta che a sua volta tira in ballo la propria assicurazione. Le denunce per buche arrivate ad Adir nel 2018 sono il doppio del 2017 e ammontano a 2431. Quelle che hanno avuto esito positivo e quindi che le Assicurazioni di Roma stanno pagando sono 1600.

Leggi anche: Perché lunedì partono i bandi per la TAV