Economia

Il bonus bici e monopattini e il click day prossimo venturo

Chi ha già acquistato un mezzo ecologico sarà costretto a fare la corsa sul portale del ministero dell’Ambiente non appena sarà creata la piattaforma. Il rischio è che i fondi finiscano prima di poter caricare fatture e scontrini per ricevere il bonus.

bonus bici 500 euro

Il bonus bici e monopattini, o per meglio dire il bonus mobilità, rischia di diventare una lotteria. Nella quale a vincere i soldi sarà chi si presenterà prima, visto il click day che deciderà l’assegnazione dei fondi in base al principio del chi tardi arriva male alloggia. s. Tutti i residenti dei capoluoghi di provincia o dei Comuni con più di 50mila abitanti avrebbero infatti diritto a un bonus per l’acquisto di bici – anche quelle elettriche con pedalata assistita – o monopattini fino a 500 euro e, comunque, per almeno il 60 per cento della cifra spesa.

Il bonus bici e monopattini e il click day prossimo venturo

Ma l’obiettivo di incentivare la mobilità su due ruote così da decongestionare il traffico dalle auto ed evitare le solite calche su bus e metropolitane si va a scontrare con la scarsità dei fondi stanziati. Spiega oggi Il Mattino che il pericolo è che questa misura per rendere più green le nostre città costringa gli italiani a una vera e propria corsa, ma stavolta davanti allo schermo di un pc e non sulle due ruote di una bici nuova fiammante.

Per il bonus mobilità sono stati infatti stanziati dal ministero dell’Ambiente 120 milioni di euro, una cifra che non basterà per tutti coloro hanno già deciso di acquistare una bicicletta. Le modalità definite dal governo per riscuotere il bonus sono due: fare il proprio acquisto a partire dallo scorso 4 maggio (farà fede lo «scontrino parlante») e attendere che il ministero allestisca sul proprio sito web una piattaforma per recuperare una parte della cifra. La seconda modalità è legata per l’appunto a questa fantomatica piattaforma, più volte annunciata in dirittura d’arrivo e che ancora non ha visto la luce.

Su questo portale dovrebbero infatti accreditarsi tutti i rivenditori di bici e monopattini in modo da consentire al cliente finale di ricevere lo sconto direttamente in fase d’acquisto. Il problema è che quei 120 milioni di euro stanziati dal governo – viene stimato – potrebbero essere già esauriti con gli acquisti effettuati dagli italiani a partire dal 4 maggio. Il mercato delle bici, in seguito al bonus, ha infatti subito un’impennata del 60 per cento. L’associazione di Confindustria che raggruppa le aziende delle due ruote, l’Ancma, ha stimato già una settimana fa che sono stati già spesi dagli italiani circa 114 milioni di euro per bici e monopattini.

bonus bici monopattino
Il bonus mobilità (Il Mattino, 22 giugno 2020)

In pratica chi ha già acquistato un mezzo ecologico sarà costretto a fare la corsa sul portale del ministero dell’Ambiente non appena sarà creata la piattaforma. Il rischio è che i fondi finiscano prima di poter caricare fatture e scontrini per ricevere il bonus.

Leggi anche: Ecobonus al 110% fino al 2022 anche per le seconde case