Attualità

Bollettino COVID Italia: i dati della Protezione Civile per oggi 9 novembre

Mentre si attende che altre regioni passino da zona gialla ad arancione l’aggiornamento sull’epidemia  Coronavirus in Italia oggi con il bollettino di oggi del Ministero della Salute e i dati della Protezione Civile: dopo i  32.616 contagiati e 331 morti di ieri: 25.271 contagiati e 356 morti

bollettino protezione civile dati covid italia oggi 9 novembre 1

Mentre si attende che altre regioni passino da zona gialla ad arancione l’aggiornamento sull’epidemia  Coronavirus in Italia oggi con il bollettino di oggi del Ministero della Salute e i dati della Protezione Civile: dopo i  32.616 contagiati e 331 morti di ieri: 25.271 contagiati e 356 morti. Sono stati effettuati 147.725 tamponi: il tasso di  di positività è invariato rispetto a ieri, 17,1%. Salgono di 100 i pazienti in terapia intensiva per un totale di 2849. I ricoveri sono 27636 in aumento di 1196

Bollettino COVID Italia: i dati della Protezione Civile per oggi 9 novembre

I nuovi contagi distribuiti regione per regione: nel Lazio 2153 casi e 16 decessi; in Lombardia 4777 casi e 99 decessi; in Alto Adige  che da oggi è zona rossa sono 598 i nuovi positivi  nelle ultime 24 ore su 2.241 tamponi. Il numero dei pazienti covid ricoverati è di 451: 320 si trovano nei normali reparti ospedalieri, 91 nelle strutture private convenzionate e 41 necessitano della terapia intensiva (2 in più di ieri). Nelle Marche i positivi sono 262: 51 nella provincia di Macerata, 148 nella provincia di Ancona, 8 nella provincia di Pesaro-Urbino, 20 nella provincia di Fermo, 34 nella provincia di Ascoli Piceno e 1 da fuori regione. In Veneto sono 2.223 i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore, che portano il totale dall’inizio pandemia a oltre quota 80 mila, a 81.492. Si registrano anche 21 decessi in più rispetto a ieri, con il totale a 2.595. Negli ospedali si registrano 113 nuovi ricoveri nei reparti non critici (totale 1.580), e 10 nelle terapie intensive, con totale a 203. In Molise 98 casi e un decesso. Stabili rispetto a ieri ricoveri e pazienti in terapia intensiva. 135 nuovi contagi in Basilicata nelle ultime 24 ore a fronte di 731 tamponi processati . Sale il numero di ricoverati negli ospedali, passati da 118 a 129, di cui diciotto nei reparti di terapia intensiva di Potenza e Matera. In Abruzzo rispetto a ieri si registrano 625 nuovi casi. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 6 nuovi casi e sale a 602 (di età compresa tra 56 e 92 anni, 2 in provincia dell’Aquila, 1 in provincia di Teramo, 1 in provincia di Pescara e 2 in provincia di Chieti). 513 pazienti (+29 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 48 (+5 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 9311 (+507 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Del totale dei casi positivi, 4531 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+212 rispetto a ieri), 2928 in provincia di Chieti (+131), 3391 in provincia di Pescara (+100), 3967 in provincia di Teramo (+185), 134 fuori regione (+3) e 192 (-7) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. In Toscana 2.244 casi in più rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.776 (76 in più rispetto a ieri), di cui 234 in terapia intensiva (8 in più). Si registrano 33 nuovi decessi: 17 uomini e 16 donne, con un’età media di 82,4 anni. In Friuli Venezia Giulia rilevati 320 nuovi contagi  e 5 decessi. Salgono a 46 i pazienti in cura in terapia intensiva e a 319 i ricoverati in altri reparti. In Puglia su 4.103 test sono stati registrati oggi  730 casi positivi: 276 in provincia di Bari, 62 in provincia di Brindisi, 81 nella provincia BAT, 155 in provincia di Foggia, 98 in provincia di Lecce, 54 in provincia di Taranto, 4 casi di residenti fuori regione. Sette i decessi, tutti in provincia di Bari. In Valle d’Aosta 2 decessi che salgono complessivamente a 207 e 2266 nuovi casi, 94 più di ieri, di cui 159 in ospedale, 15 in terapia intensiva, e 2092 in isolamento domiciliare. Sono 3.120 i nuovi casi di Covid 19 in Campania in 24 ore, di cui 2.710 asintomatici e 410 sintomatici, a fronte di 15.793 tamponi processati. Il dato e’ dell’Unita’ di crisi della Regione e porta il totale positivi a 90.039 su un totale tamponi pari a 1.139.496. Sono 18 i decessi registrati, per un totale di 844 dall’inizio delle pandemia. Le nuove guarigioni sono 434, per un totale di 16.875 dell’inizio della pandemia. Dei 590 posti letto di terapia intensiva, quelli occupati sono 191; i posti letto di degenza disponibili sono 3.160, di cui occupati 1.949.  Sono 2.025 i nuovi positivi al Covid in Emilia-Romagna, a fronte di 12.471 tamponi fatti, un numero inferiore alla media come sempre avviene nei fine settimana. Si registrano otto morti e continuano a crescere i ricoverati. I casi di positività, sono in leggero calo rispetto a ieri, ma mancano quelli della provincia di Ferrara che non li ha forniti per problemi informatici. Di questi sono 829 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Crescono però i ricoveri: sono dieci in più di ieri, per un totale di 204, quelli in terapia intensiva, 1.939 (+103) negli altri reparti Covid. Il 94,6% dei casi attivi non necessitano cure ospedaliere. I morti, di età compresa fra i 53 e gli 89 anni, sono stati tre in provincia di Modena, due a Rimini, uno a Parma, Bologna e Forlì-Cesena. 13 decessi e 327 contagi in 24 ore in Sardegna. Le vittime, sette donne e sei uomini, avevano un’eta’ compresa fra i 53 e i 94 anni, di cui otto in un’eta’ compresa fra gli 83 e i 94 anni e cinque fra i 53 e i 76 anni. Sono invece 408 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+8 rispetto al dato di ieri), mentre e’ di 58 (+3) il numero dei pazienti in terapia intensiva. In Calabria le persone risultate positive al Coronavirus sono 443 in più rispetto a ieri; i decessi 4. In Liguria 538 nuovi casi, a fronte di 3.130 test molecolari, con una percentuale di positivita’ che si attesta al 17,19%, ma che sale al 43,53% se si tiene conto dei soli 1.236 liguri testati per la prima volta. A Genova, sono 349 i nuovi positivi nel territorio della Asl 3, mentre 62 in quello della Asl 4. Nell’imperiese un solo nuovo caso, 75 nel savonese, 51 nello spezzino. Il totale dei positivi da inizio pandemia sale cosi’ a 36.968, a fronte di 489.301 tamponi. Sempre alto il bilancio delle vittime, con altri 21 decessi registrati negli ultimi tre giorni e il totale da inizio pandemia che sale a 1.937. Continua inesorabile la crescita dei ricoverati, con 64 pazienti in piu’ rispetto a ieri, e il totale che arriva a 1.479. Di questi, 92 sono in terapia intensiva, undici piu’ di ieri. In Sicilia 1.023 nuovi positivi. Tra ieri e oggi sull’Isola hanno perso la vita 27 persone, mentre le guarigioni sono state 524. Al momento nelle nove province siciliane si contano 21.939 positivi. Cresce il numero degli ospedalizzati in via ordinaria e dei ricoverati in terapia intensiva e sub intensiva. I ricoveri semplici di pazienti con sintomi sono passati dai 1.161 di ieri ai 1.303 di oggi, mentre nelle terapie intensive e sub intensive si e’ passati da 177 a 187. La provincia con il maggiore incremento di casi tra ieri e oggi e’ stata quella di Catania: 359 nuovi positivi.